Tutti gli articoli di Staff

Negozi Storici, 132 nuovi premiati

Anche nel 2018 Regione Lombardia ha voluto rinnovare l’appuntamento con i Negozi Storici, premiando quelli che hanno contribuito a costruire l’identità economica e sociale della nostra regione.

Il saluto di alcuni dei commercianti che hanno ricevuto il premio:

I negozi premiati appartengono a tutte le categorie merceologiche e sono accumunati da passione, competenza e forte radicamento sul territorio.

Il racconto per immagini del distretto storico del commercio di Busto Arsizio.

Guarda altri video sul nostro canale YouTube

PER LA PRIMA VOLTA IL RICONOSCIMENTO A UN INTERO DISTRETTO STORICO DEL COMMERCIO. QUELLO DI BUSTO ARSIZIO

Il 2018 verrà ricordato, dalla Lombardia operosa degli esercizi commerciali che animano i centri urbani, come un anno importantissimo per la valorizzazione di tali realtà. Regione Lombardia, infatti, ha riconosciuto per la prima volta un Distretto storico del commercio, quello di Busto Arsizio.

Si tratta di un addensamento storico del commercio che raccoglie punti vendita, mercati, edifici e strutture commerciali di interesse storico che insieme hanno dato vita a una vera e propria rete, in grado di offrire a visitatori e consumatori un’esperienza di conoscenza del territorio e di acquisto unica nel suo genere per storicità e tradizione.

Una passeggiata che porta indietro nel tempo poiché, entrando in questi negozi, è ancora possibile incontrare chi li ha avviati con passione e coraggio o, magari, chi ha ereditato l’attività e, con essa, l’arte di un mestiere.

Da Rebesco, ad esempio, generazioni di studenti e appassionati, acquistano da oltre mezzo secolo quanto occorre per il disegno; da Calzature Colombo, invece, la famiglia di cui il negozio porta il nome, da più di cento anni offre alla propria clientela prodotti sempre – è proprio il caso di dirlo – al passo coi tempi.

Del distretto storico del commercio di Busto Arsizio fa parte anche Chiappa Foto e Video che ha firmato foto e video di tutte le cerimonie più importanti che si sono svolte in città da cinquant’anni a questa parte. Della parte golosa delle cerimonie dal 1887 si occupa l’antica pasticceria Campi, con le sue torte e pasticcini. E poi c’è la Coltelleria Collini, all’avanguardia nella vendita di coltelli con ogni tipo di lama, sia per uso domestico che professionale; mentre la farmacia Dott. Mazzucchelli, tra le più antiche di Busto, oggi offre ai clienti un vero e proprio centro per la salute.

Una panoramica vasta che si completa con un bar, un’altra pasticceria, diversi negozi di generi alimentari, una gioielleria, un ottico, un negozio di tessuti per un totale di 17 esercizi commerciali che continuano a portare alto il nome di un territorio che produce.

RICONOSCIUTI 90 NUOVI NEGOZI STORICI ED UN DISTRETTO STORICO DEL COMMERCIO. SALE A 1713 IL NUMERO DELLE ATTIVITA’ ISCRITTE NEL REGISTRO REGIONALE

Il Registro regionale dei luoghi storici del commercio si è arricchito di 90 nuovi riconoscimenti che portano nel solo 2018 a 133 il numero di insegne riconosciute con più di 50 anni di storia dietro le spalle. L’ultimo provvedimento ha ammesso, in particolare, 80 “Storiche attività”, suddivise principalmente fra le province di Milano, Varese, Bergamo e Cremona, mentre 10 hanno ottenuto il riconoscimento superiore di “Negozio o Locale storico”. Quest’ultimo provvedimento ammette anche il primo “Distretto storico del commercio” per l’addensamento storico del commercio del Comune di Busto Arsizio: punti vendita, mercati, edifici e strutture commerciali di interesse storico, volti a formare idealmente percorsi ed itinerari di visita e di fruizione da parte del visitatore e del consumatore.

L’elenco regionale racchiude una varietà di piccole e grandi imprese che raccontano innanzitutto l’operosità, la capacità di rinnovarsi, l’impegno costante, il coraggio nell’affrontare le difficoltà dei tempi che cambiano, di tanti lombardi nelle realtà più disparate. Dimostra inoltre che dalle botteghe dei piccoli comuni come dai negozi dei più eleganti centri cittadini permane la volontà di trasmettere i valori della tradizione, della memoria dei saperi e delle esperienze del passato, in attività orgogliosamente tramandate per generazioni, con passaggi di mano che hanno visto spesso i nonni fondare un’impresa, i figli conservarla, i nipoti innovarla.

In questa ultima tornata, spiccano fra le Storiche attività la Gelateria Loggetta, a Mantova, incastonata da sempre in un pregevole edificio antico nella centrale Via Broletto. Ci sono poi la Farmacia dott. Catelli di Fagnano Olona (Va) e la Farmacia Giardini, di Sesto Calende (Va), negozi storici in cui si può ancora respirare l’atmosfera dei secoli passati grazie alla conservazione di vetusti arredi originali, dei tradizionali vasi in maiolica esposti sugli scaffali, o delle antiche insegne. E come non citare l’originalissimo negozio Artigianato Italiano, di Sirmione (Bs), zeppo dei più curiosi manufatti artistici fra cui tradizionalmente figurano burattini, marionette e pupi siciliani. Infine, tra i Locali storici di Milano, ecco la Pasticceria Moriondo, dal 1909 nell’animata via Marghera, inconfondibile con la sua insegna squisitamente “retrò”, il Ristorante Da Giacomo, in Via Pasquale Sottocorno, conosciutissimo dai palati più esigenti, e il Bar Marino, dall’inizio degli anni Trenta situata nel complesso monumentale della Galleria Vittorio Emanuele II, affacciato su Piazza della Scala, luogo di passaggio di tanti protagonisti della vita culturale e artistica del capoluogo e spesso testimone di i colloqui informali tra politici in visita a Palazzo Marino.

Per consultare l’elenco completo dei 90 negozi storici riconosciuti con il terzo provvedimento 2018: 90 nuovi negozi storici riconosciutiA breve verrà annunciata la data della cerimonia di consegna dei riconoscimenti.