Bertuzzi di Bertuzzi Andreino & C. S.N.C.

Le prime notizie ufficiali dell’attività storica di vendita di macchine agricole della famiglia Bertuzzi
in Castelnuovo di Asola risalgono al 1966, per iniziativa di Angelo Bertuzzi, meccanico, da diversi
anni già nel settore come fornitore di servizi di riparazione e manutenzione.
Negli anni Ottanta, con l’ingresso in azienda di Andreino, figlio di Angelo, viene ampliata l’offerta
nella sede di Via Mantova, con la vendita al dettaglio di macchine, attrezzature e articoli tecnici
per l’agricoltura, la zootecnica, vendita di usato e soprattutto di ricambi – un ambito di
specializzazione assai richiesto dal mercato – e, infine, noleggio e qualificata assistenza meccanica
– in officina e sul campo – di macchine agricole, industriali e per l’edilizia.
Oggi la Società Bertuzzi ha come titolare Andreino, che prosegue con immutato impegno l’attività
ereditata dal padre, tenendo il passo con il mutare dei tempi e delle necessità del mercato.

Rigolio belle arti

Il Colorificio Rigolio nasce nel 1944, a Olgiate Olona, quando la Seconda Guerra Mondiale non era ancora terminata. Riccardo Rigolio apre il suo negozio, che si sviluppa rapidamente radicandosi nel territorio e, in pochi anni, apre anche i punti vendita di Gallarate e Milano.
La famiglia diversifica quindi il proprio business con un’altra iniziativa imprenditoriale: la progettazione e la fabbricazione di attrezzature per la verniciatura a spray.
Nel 1972 il figlio Rolando arriva in negozio ad aiutare il padre e segue l’attività fino al 2015 quando Riccardo, suo figlio, rilancia lo storico colorificio. Oggi il Colorificio Rigolio è un negozio specializzato in prodotti di qualità, con una forte vocazione nelle belle arti, orientato ai prodotti vernicianti, ai complementi e alle attrezzature.

Mantegazza

Angelo Mantegazza apre questo negozio di ferramenta per la vendita di casalinghi elettrodomestici e bombole di gas nel 1953 nel centro storico di Novate Milanese.
Nel 1983 il negozio passa al figlio Franco che amplia ed estende merceologicamente l’attività che ad oggi è ancora intestata a lui.
Questa ferramenta è stata la prima sul territorio ad essersi affermata e ha mantenuto nel tempo uno spirito familiare, nonostante siano passati 63 anni.

Elettrical Cozzi Snc

Elettrical Cozzi è un’attività artigianale di manutenzione e riparazione di linee elettriche e vendita di materiale elettrico, avviata nell’anno 1929 da Remigio Cozzi.
Nel 1935 gli viene rilasciata anche l’autorizzazione per la vendita di materiali “affini” e, nel 1955, l’attività viene rilevata dai figli Giuseppe e Angela. Così il negozio viene ampliato e ristrutturato.
Dal 1989 ad oggi la Elettrical Cozzi impianti Snc è tornata a vendere materiale elettrico e a occuparsi della realizzazione e manutenzione di impianti.
Sin dall’inizio l’azienda si è sempre occupata della manutenzione della pubblica illuminazione del comune di Novate Milanese.

Guffanti impianti

Guffanti Impianti è un’azienda a conduzione familiare di commercio articoli di ferramenta, materiale elettrico e idraulico, fondata all’inizio del Novecento.
Nel 1998 Luigi Guffanti, licenziatosi dalla ditta “Boffa e Moglia”, si mette in proprio e avvia una piccola attività di installazione impianti idraulici e di illuminazione a gas e relativa vendita del materiale di impiantisitica, in via Canonica a Milano, zona allora denominata “borgo dei scigulat”. Tutta la famiglia è coinvolta nell’attività, in particolare la moglie Chiara, detta “la trumbera”, che si occupa prevalentemente della vendita al dettaglio.
Con il passare degli anni anche il figlio, Amedeo Guffanti, inizia a lavorare in negozio, dapprima come garzone. Con l’avvento dell’illuminazione elettrica il giovane Amedeo frequenta i corsi della società Edison e consegue il diploma di elettricista. L’azienda estende l’attività all’installazione degli impianti elettrici e vendita di materiale elettrico.
Negli anni Trenta, Amedeo rileva l’attività, accresce il giro di lavoro e assume nuovo personale.
Nel 1951 la Guffanti Impianti si trasferisce al civico 31 di Via Piero della Francesca (ex Via Canonica).
Dopo la laurea in ingegneria anche il figlio di Amedeo, Riccardo, inizia a collaborare nell’azienda del padre.
Nel 1986 l’impresa individuale diventa società a responsabilità limitata gestita da Riccardo Guffanti e nel corso degli anni arriva ad avere una trentina di collaboratori.
Nel 1991 cambia la forma giuridica dell’impresa in ditta individuale, all’inizio del 2009 chiude l’attività di impiantistica mantenendo la parte commerciale dell’azienda, che oggi prosegue per merito delle figlie Chiara e Valeria e del genero Ivan Fecola.

Ferramenta Tonghini Uldo di Tonghini Maria Vitalina

Alessandro Tonghini inizia a fare il commerciante nel 1900. Per qualche anno lavora in un piccolo negozio in affitto a Cingia de’ Botti. Il negozio è piccolo, ma ha un grande magazzino esterno dove conserva prevalentemente rasoi, martelli, travi in legno, cose così. Poco dopo Alessandro compra la casa e il fabbricato adiacente che all’epoca era un convento di suore, edificio tutt’ora in uso e sede dell’attuale negozio. Nel 1912 inizia la ristrutturazione che trasforma la chiesa del convento in negozio di ferramenta, dove vendere attrezzi per l’agricoltura.
Arrivano anche la guerra e la crisi, ma tornati alla normalità nel negozio si vendono bene materiali per l’edilizia, vista la necessità di ricostruire gli edifici distrutti.
Passata anche la Seconda Guerra Mondiale, Uldo, figlio di Alessandro, tornato dall’Africa, si mette ad aiutare il padre nell’attività che diventerà sua nel 1972.
Dal 1945 aumenta il lavoro della ferramenta, Alessandro, vende tavoli e travi in legno e anche il carbone destinato al lavoro dei fabbri e al riscaldamento delle abitazioni, poi e con Uldo cherosene, pannelli, ferro, legname per costruire zoccoli con rispettive fascette, tacchi in gomma fino ai primi elettrodomestici. A Uldo, succede sua figlia Maria, con lei l’attività prende il nome di Ferramenta Tonghini Uldo di Tonghini Maria Vitalina, e aumenta la proposta commerciale, che rende questo negozio un punto di riferimento per gli articoli di ferramenta e casalinghi.

CAMBIELLI CASA

La storia di “Cambielli Casa” è tutta lodigiana: nel 1965 nasce l’attività commerciale di Angelo Cambielli e di sua moglie Carla Cerri, con un piccolo negozio, ribattezzato “Giocattoli casalinghi Cambielli”, e il taglio del nastro all’inaugurazione da parte delle autorità cittadine.
Pochi giorni dopo Angelo e Carla si uniscono in matrimonio e, dopo soli quattro giorni di luna di miele, riaprono il loro negozio, un’istituzione per Casalpusterlengo e per i casalini che lo ribattezzano il “Bazar”.
Ora “Cambielli Casa” è una realtà espositiva di millecinquecento metri quadrati su due livelli, con sei grandi e luminose vetrine che si affacciano sulla via principale che porta al centro storico della città. Accanto ad Angelo e Carla, ci sono due dei figli, Antonio e Andrea, impegnati direttamente nella gestione del negozio. Al piano terra, accanto ad un fornitissimo reparto cartoleria e al settore dedicato alla prima infanzia, si trovano un ampio settore dedicato ai casalinghi e un reparto dedicato alle liste nozze. Al primo piano c’è un’ampissima esposizione di giocattoli. Lo spazio espositivo stagionale viene, di volta in volta, utilizzato per mettere in mostra gli articoli per il Carnevale, per Santa Lucia (che nel lodigiano è attesa dai bimbi nella notte tra il 12 e il 13 di dicembre perché foriera di giocattoli e dolciumi), per gli articoli da giardino e gli addobbi natalizi e le piscine.