Castelli Felicita S.a.s. di Galbiati Andrea e Vergani Lorella & C.

L’inizio di questa attività risale al maggio 1962, quando Felicita Castelli apre il suo negozio di fiori,
piante e sementi in Via Italia, a Carugate, su impulso dei genitori, già da anni rivenditori di fiori di
propria coltivazione.
Nel 1970 l’attività si amplia con l’apertura di un chiosco di fiori davanti al cimitero comunale. In
questa sede la vendita è affidata alla sorella di Felicita, Sandra, mentre in quella principale e per il
coordinamento degli allestimenti di cerimonie, la coadiuvano il marito Luigi e i figli Paolo e Loretta.
Nel 1993, con l’acquisto del nuovo negozio in Via Pio XI 18, sempre a Carugate, ad affiancare
Felicita e la figlia Loretta, si aggiunge la nuora Lorella. Dal 2013, con l’entrata della terza
generazione nell’attività, avviene il cambio di ragione sociale che oggi vede come titolari Andrea
Galbiati e Lorella Vergani, rispettivamente nipote e nuora della fondatrice, sempre coadiuvati dagli
altri membri della famiglia – Felicita inclusa – per poter continuare ad essere un sicuro indirizzo di
qualità ed efficienza, per ogni occasione.

Coltelleria Collini di Collini Ferdinando, Debora e Rudy s.n.c.

L’attività nasce nel 1968 quando Ferdinando Collini, originario della Val Rendena, approda a Busto
Arsizio e rileva una piccola ma ben avviata coltelleria/ferramenta, realizzando così il suo sogno:
avere un negozio tutto suo.
Dopo un primo periodo soddisfacente, le richieste dei clienti aumentano e così Ferdinando chiede
al fratello Guido di raggiungerlo.
Nel 1996 i due fratelli dividono la società per meglio differenziare i due settori e inserire
nell'azienda i rispettivi figli. Ferdinando e i figli Rudy e Deborah, che già da alcuni anni lavorano nel
negozio, prendono dunque le redini della coltelleria/casalinghi.
Grazie ad un suo laboratorio interno e all’abilità e all’esperienza dei titolari nell’affilare lame di
ogni genere, la Coltelleria Collini da cinquant’anni è un punto di riferimento a livello mondiale per
privati e professionisti che vogliono acquistare strumenti efficienti ed estremamente taglienti.
Oltre al sito internet, il primo in Italia dedicato alla vendita di coltelli, spade, articoli da taglio e per
la casa, il negozio ha aperto anche il primo Forum in Italia dedicato alle lame.

Coltellerie italiane Zoppis snc di Elena e Roberto Zoppis

Coltellerie Italiane Zoppis, fondata nel 1945 da Giuliano Zoppis e ampliata successivamente dal
figlio Antonio, nel corso degli anni ha saputo far conoscere e apprezzare la qualità dei prodotti
italiani sul mercato nazionale ed internazionale.
Oggi l'azienda è condotta da Elena e Roberto, figli di Antonio, che dal 1992 hanno aperto accanto
al magazzino di ingrosso ed esportazione un punto di vendita al dettaglio e un laboratorio
professionale di affilatura.
Nel rispetto della tradizione manifatturiera del settore e con un occhio all'innovazione, l’azienda
segue personalmente la produzione degli articoli operando un accurato controllo sulla qualità dei
materiali usati e sulla funzionalità di tutti gli strumenti venduti.
Da oltre sessantacinque anni Coltellerie Italiane Zoppis mette al servizio della clientela
professionalità, passione e competenza: l’azienda vende all’ingrosso in Italia e all’estero, al
dettaglio e anche on-line con un carrello e-commerce.

Guaita Carlo

La caratteristica che contraddistingue da sempre l’attività dell’azienda Guaita, nata nel 1966, è la continua evoluzione sul territorio della bassa mantovana e la ricerca costante del progresso
tecnologico. Infatti, pur essendo un negozio di paese, Carlo Guaita ha cercato di essere sempre al passo con i tempi proponendo telefoni cellulari e computer di ultima generazione. Essendo un’azienda familiare, il punto di forza di “Guaita” è il rapporto di fiducia con la clientela, duraturo nel tempo, fornendo assistenza anche sui prodotti venduti.

Coltellerie Collini di Collini L. & C.

L’attività di servizio affilatura Collini nasce sulla scia del fenomeno migratorio degli arrotini dalla
Val Rendena. Dopo anni di attività come ambulante, Mansueto Collini decide di aprire il negozio
nel centro storico di Lovere, insieme ai figli Lino e Quintilio. Oltre all’affilatura dei coltelli si
occupano anche di articoli da taglio, articoli per barbieri e casalinghi. Nasce così l’insegna
“Coltellerie Collini”.
Negli anni Ottanta Lino, rimasto solo dopo la morte del padre e del fratello, sposta l’attività di
fronte alla vecchia sede scelta dal padre e nel 1995 gli succedono Norma e Attilio, i figli.

EGMAN EMILIO

Zogno, paese della Val Brembana, è in piena trasformazione agli inizi del Novecento, quando
Giovanni Garofano decide di trasferirsi lì dal Piemonte. È un ambulante di prodotti tessili.
Qualche anno dopo si sposa con Maria e compra una casa in centro a Zogno, poi, nel 1933 al piano
terra della loro casa apre il suo negozio di vendita al dettaglio, senza mai smettere di fare
l’ambulante.
E’ alla fine degli anni Sessanta che Giovanni e Maria decidono di abbandonare la loro attività di
ambulanti e dedicarsi completamente al negozio. Nel 1978 Giovanni decide di cedere l’attività alla
primogenita Clorinda, detta Clory, pur rimanendo al suo fianco fino
alla sua morte avvenuta a 90 anni.
Clory va in pensione nel 1999 e le subentra il nipote Emilio che, con una laurea in Economia e
commercio, decide di continuare la strada intrapresa dal nonno, proprio in quelle mura che la
videro nascere.

Bacchetta Giuseppe & Adeliana S.N.C.

Passeggiando sul lungolago di Lovere i bambini chiedono da sempre di comprare un giocattolo
sotto i Portici Tadini. Lì nel 1945 sorge un negozio di zoccoli, ma è il 12 dicembre 1954 che le cose
cambiano. La licenza di vendita passa a Renzo Bacchetta, che sposa la figlia della titolare. L’area di vendita si ingrandisce e alle calzature si aggiungono anche manufatti di
vimini e giocattoli. L’attività è in continua espansione e, negli anni, occupa locali sempre più
grandi, entrano a far parte della società i figli di Renzo, nel 2008, anche i vani del primo
piano, inizialmente adibiti ad abitazione della famiglia Bacchetta, vengono dedicati al negozio.
Chi passa oggi dai Portici Tadini può apprezzare ancora le insegne originali del 1966.

RE LUCIANA

La storia di questa azienda è anche una storia d’amore, nata insieme ai coniugi Augusto e Alda Re che, nel 1954, forti del sostegno del loro amico rappresentante, decidono di dedicarsi al commercio di materiale elettrico, cui poi si aggiungeranno anche piccoli e grandi elettrodomestici.

Nel 1970 l’attività si trasferisce da via San Giovanni a via Garibaldi, a quel tempo cuore pulsante del commercio della cittadina. È nel 1994, però, che papà Augusto e mamma Alda decidono di passare il testimone alla loro figlia, Luciana.

Cambia l’insegna, ma non la passione per il lavoro e la gentilezza con la quale si accolgono i clienti. Oggi nel negozio “Re Luciana” si possono trovare anche casalinghi e articoli da regalo.