Questo negozio apre nel 1958 con Giuseppe Arrigoni, su suggerimento del suo insegnante della scuola di giardinaggio di Como. Affida subito la gestione alla moglie Rosa Lovison, che pur non avendolo mai fatto prima, mette in campo tutta la sua capacità comunicativa.
Il negozio funziona, i clienti apprezzano.
Nel 1988 la gestione passa alla figlia Celeste che collabora con i genitori e si fa aiutare anche dal marito Luca Setti.
Nel 2010 le viene assegnato il riconoscimento di “Maestra del lavoro” per aver svolto la sua attività per più di 25 anni.

Fiorista Rosa

Rita Chierici acquista nel 1964 un punto vendita di fiori aperto negli anni Cinquanta.
Con entusiasmo migliora l’ambiente portando acqua corrente e luce elettrica. Acqua che prima veniva portata col secchio dal Cavo che scorre dietro al negozio.
Con la compagnia ed i consigli della mamma Albina, Rita vede il negozio prendere forma e la clientela col tempo le si affeziona.
Il lavoro prosegue fino al 1988 quando, per motivi di salute, Rita cede l’attività alla nipote Maria Rosa.
Con Rosa il negozio si allarga, cambia l’arredamento e cresce il personale:
Rosa assume la cugina Barbara come commessa e, dopo qualche anno, anche il marito Giorgio.
ll lavoro prosegue stabile fino al 2007, quando il Comune di Cremona deve mettere in sicurezza il cavalcavia.
A questo punto il negozio viene semi demolito, svuotato di tutto, e con grande dispiacere Rosa, il marito e Barbara si trasfericono in un container quasi di fronte al loro vecchio negozio.
Affrontano con coraggio ben 7 anni di disagio, fino alla ristrutturazione che, va detto, è stata molto soddisfacente.
Con rinnovato entusiasmo, nel luglio del 2014 i titolari ritornano nel loro antico e famigliare punto vendita e lo riarredano riutilizzando le cose del vecchi negozio. Giorgio in più ridipinge banco e mobiletti e riutilizza persino una parte del pavimento in alluminio del box container, per ricavarne dei tavolini così da trasformare l’arredamento da rustico a moderno.
L’attività di fioristi della famiglia Grassi Chierici ormai ha superato i 50 anni.

Fiorista Moroni

Mario Moroni dopo le scuole inizia a lavorare presso il Podere Restelli, ad Olgiate.
Finita la guerra torna al Podere dove lo incaricano spesso dell’allestimento floreale delle tavole di alcune ricche famiglie milanesi.
Nel 1926 si sposa e si trasferisce nel comune di Fagnano Olona, più precisamente nella frazione Bergoro dove inizia a lavorare per conto suo. Nel 1934 il comune di Fagnano lo invita a partecipare ad una mostra dove riceve un diploma di benemerenza per la sua esposizione.
Padre di quattro figli avvia al lavoro di fiorista la più piccola, Giovanna, e insieme come ambulanti, vanno nei vari mercati provinciali dopo aver comprato a Milano i prodotti necessari, in treno più volte a settimana.
Mario è famoso per gli addobbi che prepara lungo le vie di accesso di Bergoro durante le feste patronali, e per le sue piante da orto.
Nel 1953 apre il suo negozio e nel 1961 l’attività si trasferisce nella sede attuale. Dal 1967 Giovanna si occupa del negozio. Sempre alla ricerca di nuovi prodotti, piante e fiori in varietà particolari, realizza eventi e matrimoni in provincia di Varese, Como, Bergamo, Verbano, Novarese e Astigiano.
A Giovanna si affianca il figlio Marco che studia presso la scuola di orto, floro e frutticoltura di Minoprio, e aiuta il padre nei lavori di giardinaggio.
Dal 2005 Marco dirige il negozio con i consigli e l’aiuto costante di sua madre Giovanna.

Bosisio Fiori

Bosisio Fiori è un’azienda a conduzione familiare specializzata nella composizione e vendita di fiori e di piante recise.
Carlo Bosisio inizia a lavorare giovanissimo, come garzone presso un fiorista di Sesto San Giovanni per poi aprire il suo negozio di fiori nel 1950.
Nel 1981, il figlio Angelo Bosisio e la nuora Marinella lo aiutano in negozio fino a costituire un’impresa familiare. Infatti dal 1998 al 2006 le figlie Daniela e Laura partecipano all’attività.
Nel 2007 le sorelle Bosisio ristrutturano completamente la sede, la superficie complessiva raggiunge i 500 mq, tra negozio, laboratorio, due celle frigorifere e un’area showroom, e ridefiniscono la formula di creazione e vendita di mazzi di fiori rinnovando la clientela, costituita soprattutto da sposi e aziende.
Lo showroom accoglie i clienti più importanti, coccolati dai fornitori scelti, sia italiani che olandesi.
Bosisio Fiori oggi si occupa prevalentemente di matrimoni in tutta Italia, collabora con i wedding planner, le location, i catering per decidere gli allestimenti floreali allo scopo di rendere unica ed indimenticabile ogni cerimonia. Segue anche molte aziende che vogliono valorizzare il loro marchio, negozi che allestiscono le loro vetrine e gli showroom, piccoli e grandi clienti che trovano la giusta idea regalo per ogni occasione.
Oltre all’attività di vendita, organizza corsi di formazione in composizione floreale, con un calendario di lezioni a tema.
Numerosi i premi conseguiti dalla famiglia Bosisio: medaglia d’oro per il miglior bouquet da sposa a EuroFlora 76, a Genova, medaglia d’oro per 36 anni di lodevole attività alla 2° edizione di Milano Produttiva.

I Fiori di Paola

Nel 1961 Lidio Guerreschi dà inizio all’attività vendendo fiori, piante, cicli e motocicli fino al 1984, quando Francesca Franchi rileva la licenza.
Francesca prosegue con la vendita solo di fiori freschi, piante, prodotti per la loro cura e fiori artificiali.
Dal 1996 la licenza viene acquisita dalla Paola Davini, attuale proprietaria del negozio, che continua l’attività con dedizione e amore.
Paola ha infatti arricchito l’offerta commerciale con articoli da regalo e dando ai suoi clienti servizi di allestimento per cerimonie, eventi, manifestazioni e partecipazioni a fiere.

Il Seme

Nel 1937, Giuditta, figlia di Musa Giovanni, si sposa con Gerardo Mazza. I due, con l’aiuto di Giovanni Musa, decidono di aprire un negozio sotto i portici di via Milano a Como, mentre il piccolo chiosco del padre di lei, continua ad essere gestito dal fratello, Giacomo. Il negozio viene aperto nel “burg drizz” (Borgo dritto) al centro dei “purteghitt” (portichetto), perché nella Settimana Santa vi affluiva dai paesi una moltitudine di gente che, dopo aver implorato l’aiuto del Crocifisso nella vicina Basilica della SS. Annunciata per il futuro raccolto, si riforniva di sementi.
Nel 1946 Gerardo e Giuditto Mozza hanno ormai ben avviato da una decina d’anni il loro negozio, espongono i loro prodotti anche al mercato di Appiano Gentile, uno dei più importanti mercati della pianura Comasca e, possono vantare una vasta e affezionata clientela, parte della quale arriva addirittura da Varese, da Lecco, dall’Alto Lago e dalla Brianza, oltre che naturalmente da tutti i paesi della pianura.
Proprio il costante aumento delle vendite spinge i proprietari a chiamare come collaboratore il nipote di Gerardo, Domenico Mazza, i cui genitori hanno un negozio di sementi nel centro di Monza, dove lui ha mosso le prime esperienze. Il ragazzo ha solo 14 anni, ma è profondamente motivato: è deciso a lasciarsi alle spalle la terribile esperienza dei bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale e a contribuire, nel suo piccolo, alla ricostruzione post-bellica; si dedica quindi completamente all’attività.
Nel 1963 Domenico sposa Esterina Meschi, la quale inizia così la sua collaborazione nella ditta. Nel 1971 gli zii Gerardo e Giuditta si ritirano in pensione e cedono la completa gestione del negozio e del mercato di Appiano Gentile al nipote e a sua moglie. Dopo qualche anno, nel 1979, anche il chiosco di Piazza Vittoria viene ceduto da Giacomo Musa, fratello della zia Giuditta, al nipote Domenico, garantendo in questo modo lo continuità familiare dell’attività.
Nel 1998 subentrano nella ditta “Il Seme” i figli Rita e Angelo; i genitori continuano ad essere presenti con la loro settantennale esperienza lavorativa.
Col passare dei decenni l’attività si è arricchita aprendosi soprattutto di contatti col mercato florovivaistico dell’Olanda e specializzandosi nell’allestimento di raffinati addobbi ed ambientazioni per cerimonie, capaci di stupire ed emozionare.

Fiori

Il negozio è vicinissimo al centro di fianco a via IV Novembre.
La vetrina e l’arredo, davvero particolari, sono quelli originali degli anni ’50/’60 e il fabbricato è stato ristrutturato nel 1960. L’esercizio di vendita al minuto di Fiorista e Canestraia, rilasciato dal Comune di Villanterio alla signora Pezzoni Leonilde risale al 1955, come da licenza commerciale.
Alla signora Leonilde si affianca nel 1979 la Signora Spaghi Maddalena, che dal 1994 diventa l’unica titolare.
Il 2 gennaio del 2012 subentra in qualità di titolare il figlio, Biffi Andrea che ad oggi è l’unico titolare. Il signor Andrea porta avanti con sentimento l’attività.

Bianchi Cesare

Il fondatore Amedeo Bianchi avviò nel 1918 in Como, nel quartiere storico di Sant’Agostino, una grande ditta di floricoltura locale. Disegnò, appaltò, impiantò giardini privati e pubblici della città, aiuole, viali e piazze di Como, giardini del territorio e delle valli circostanti sino a Sondrio ed a Milano, con ampia e varia casistica e interventi di progettazione, decorazione interni ed esterni, giardinaggio, piantumazioni. Tuttora sono visibili parte delle ampie vetrate delle serre stile Liberty, ove lavorò con la collaborazione dei quattro figli e numerosi dipendenti. Alla storica ditta fece presto seguito l’apertura del negozio di Via Cinque Giornate gestito dal figlio Cesare Bianchi, classe 1912, diplomatosi perito agrario alle Cascine di Firenze negli anni trenta del secolo scorso. Negli anni 60, un terreno coltivato a S. Fermo della Battaglia produceva fiori freschi e piante verdi per le composizioni. E’ proprio in quegli anni, che si affiancò la preziosa collaborazione della terza generazione: il figlio Amedeo, classe 1939 che tuttora partecipa in qualità di titolare alla gestione del negozio. L’attualità vede la quarta generazione proseguire le orme familiari con Cesare, abile e creativo artista della composizione floreale, diplomatosi perito agrario come il nonno.

Antica Fioreria Rebussi S.n.c. di Rebussi Giovanni e Nicoletta

Nel 1931 per ispirazione di Rebussi Giovanni comincia l’attività di vendita di fiori e piante, sotto i propilei di Porta Nuova, monumento storico, nel cuore della città di Bergamo. La passione di Giovanni lo spinse anche alla coltivazione di fiori ( rose, tulipani, dalie, gladioli, margherite, peonie ….) a campo aperto nella zona di Seriate dove installa anche alcune serre per coltivare prevalentemente gerani, poinsette, e piante stagionali. Il suo” fiore all’occhiello” era il suo prestigioso e roseto con varietà di rose particolari, screziate e pure profumate . Riuscirà a trasmettere, insieme alla moglie Teresa, la passione ai figli Renato e Graziella che proseguiranno l’attività fino al 1994 quando passa nelle mani dei nipoti Giovanni e Nicoletta attuali titolari. La passione e l’accoglienza famigliare insieme alla professionalità e alla competenza hanno caratterizzato la nostra azienda da sempre e ci hanno contraddistinto nel nostro operato . Negli ultimi anni la Regione Lombardia ci ha riconosciuto come Negozio di Storica Attività, difatti oltre ad aver acquisito oltre 50 anni di attività nello stesso luogo d’esercizio abbiamo conservato le insegne d’epoca degli anni ’60, una scala artigianale in ghisa risalente agli anni ’50 che ci permette di raggiungere un piccolo ma utile soppalco adibito ad ufficio ed infine mantenuti tutt’ora in uso vasi in rami di manifattura artigianale. Suggestiva è anche la cantina, dopo la pulizia e la ristrutturazione dei Propilei avvenuta nel 2000, conserva le volte in mattoni a vista originari dell’epoca. L’ubicazione del negozio nel cuore della città e l’esposizione di fiori sulle gradinate dei Propilei di Porta Nuova dal 1931 ha caratterizzato l’immagine del centro di Bergamo. Non per nulla i fiori Rebussi sono stati, parecchie volte, immortalati nelle fotografie dei turisti come cornice allo sfondo di Città Alta, allo stesso modo, sono stati ritratti da artisti che in quell’angolo di Porta Nuova hanno intravisto un pittoresco e caratteristico lato della città da imprimere sulla tela. La Ditta Rebussi ha partecipato a numerose manifestazioni floreali ed artistiche tra le quali, nel 1981 all’Orchidea d’ Argento e nel 1996 alla settima edizione dell’Euroflora contribuendo, con l’originalità e la qualità del proprio lavoro, alla riuscita della manifestazione e alla conferma dell’immagine della Federfiori. Nel contesto cittadino ha partecipato per diverse edizioni alla manifestazione “Altari fioriti “ con allestimenti nelle Chiese di S. Bartolomeo e del Duomo, e nel 1997 e 1999 alla manifestazione “Divagazioni floreali “ nel chiostro di Santa Marta in collaborazione con il gruppo Fioristi Ascom di Bergamo. Da ben 83 anni l’Antica Fioreria Rebussi si occupa con passione della lavorazione del fiore fresco. Con minuzia di particolari, realizziamo composizioni floreali per ogni tipo di evento come meeting, congressi, feste, matrimoni e battesimi. Affidatevi alla nostra maestria, buongusto e sensibilità per rendere ancora più bello ed interessante ogni evento o momento speciale. Instauriamo con i nostri clienti un rapporto di reciproca fiducia che ci consente di esprimere al meglio la nostra creatività e di non deludere mai le loro aspettative.

Ossola Fabrizio Piante e Fiori

Il negozio nasce nel 1955 a Comerio, in via Garibaldi n. 16, come rivendita fiori, semenze e piante da orto, sotto la conduzione di Ossola Battista.

Nel 1985 gli subentra il figlio Ossola Enzo Augusto, che con abilità e lungimiranza trasforma il punto vendita in un vero centro della lavorazione del fiore, stabilendo i primi contatti con imprese di pompe funebri ed impegnandosi nei primi matrimoni.

Nel 2002 l’attività è ceduta al figlio Fabrizio Ossola, che tuttora la conduce continuando a sviluppare, in particolar modo, l’allestimento floreale di cerimonie religiose di ogni tipo ed eventi culturali legati principalmente al territorio.

L’attività è da sempre ispirata a fornire soluzioni e servizi eccellenti, nel rispetto delle esigenze della clientela e dell’etica professionale.

L’impegno continuo e la costante ricerca di novità sono i punti di forza del negozio, che testimoniano la passione per il lavoro e la validità dei fornitori acquisiti negli anni.

Pur essendo un piccolo punto vendita, la quantità di piante e fiori che vi circola è da Grande Magazzino