IL FORMAGGIAIO

In 50 anni ha visto cambiare la piazza e anche diversi stili di vita, ma lui non è mai cambiato: personaggio genuino, col sorriso sulle labbra e una parola per tutti. E una grande passione per il suo lavoro. Nel 2007, quando va in pensione e lascia l’attività al figlio Franco, il giornale locale, scrive di lui così: “Pietro Fusar Poli, lo storico formaggiaio di piazza Giovanni XXIII a Crema”.
Pietro arriva a Crema nel 1953, dopo il servizio militare, su consiglio del padre e subentra ad un formaggiaio di Lodi.
“I primi anni partivo ogni giorno in bici da Chieve (abitavo al Palo di Chieve), poi con ụn motorino scassato e infine con l’auto: anni indimenticabili”, racconta.
Con l’aiuto della moglie Dina e successivamente del figlio Franco, Pietro ha vissuto un’epoca storica straordinaria quando ancora non c’erano i supermercati e la gente dai paesi, andava a far la spesa per la settimana con il cavallo e il carretto.
“Il negozio rimaneva aperto anche la domenica mattina e, per un periodo, abbiamo avuto pure un garzone. Un ambiente familiare, ricco di umanità”.
Qualità dei formaggi, sempre di prima scelta, ricordi, e simpatia sono ancora gli ingredienti di questa attività.

Battaglia Agostino

2 Origine e breve storia dell’attività

Anno 1870, Battaglia Samuele termina il servizio militare sotto l’impero Austro-Ungarico; come premio per il

servizio prestato gli viene concessa una licenza privativa presso Orzivecchi, località situata a sud-ovest della

provincia di Brescia.

Dalla nativa cittadina Sulzano, situata sulla sponda est del lago d’Iseo, Battaglia Samuele decide di trasferirsi ad

Orzivecchi e avviare l’attività commerciale.

Conquistando a poco a poco la fiducia della comunità, il negozio acquisisce dal comune la licenza per la vendita di

prodotti alimentari.

3

Alla morte di Battaglia Samuele nel 1902 subentra il figlio Battaglia Agostino.

Durante la prima guerra mondiale Agostino fu chiamato a lavorare nel macello comunale di Brescia; venne così

sostituito dalla sorella Battaglia Natalina che diventò a tutti gli effetti l’unica titolare in seguito alla sua morte

nel 1942.

Con forza e tenacia, Battaglia Natalina affronta i difficili anni della Seconda guerra mondiale e dell’immediato

dopo guerra, coadiuvata dalla vedova del fratello Lodigiani Teresa.

Negli anni cinquanta, l’attività passa nelle mani del nipote Battaglia Luigi che provvede ad allargare e rinnovare il

negozio nel segno della tradizione.

Nel 1983 Battaglia Luigi muore a causa di un male incurabile. Il negozio passa all’attuale gestore, nonché suo

figlio Battaglia Agostino.

TABELLA RIEPILOGATIVA – Successione Titolari Attività

Nome Titolare Anni Attività Lasso Temporale

Battaglia Samuele 1870 – 1902 32 anni

Battaglia Agostino 1902 – 1942 40 anni

Battaglia Natalina 1942 – 1950 8 anni

Battaglia Luigi 1950 -1983 33 anni

Battaglia Agostino 1983- oggi 31 anni

3 Gestione attuale

Agostino Battaglia, attuale proprietario e gestore della storica Salumeria Battaglia, si dedica con impegno e

passione alla gestione dell’attività. Ai fini di fornire un servizio sempre migliore, rinnova costantemente il negozio

cercando di tenere sempre vive le tradizioni che rendono questa piccola realtà ancora attuale.

L’esperienza decennale maturata nel campo dei prodotti alimentari e nella vendita al dettaglio permette di offrire

una selezione di prodotti dal giusto rapporto qualità-prezzo.

I punti di forza dello storico negozio (144 anni di attività in totale) sono pertanto:

– Qualità dei prodotti: una selezione di salumi e formaggi valutati e scelti negli anni che vogliono

rappresentare sia la tradizione locale (Brescia e dintorni) che la realtà nazionale ,colma di specialità e di

peculiarità di ogni genere;

– Qualità del servizio: alta professionalità e dedizione del servizio rispondendo con attenzione alle richieste

ed esigenze sempre nuove ed in evoluzione dell’affezionata clientela;

– Tradizione ed Esperienza: attenzione alla migliore tradizione gastronomica e italiana.

4

Da tempo la Salumeria Battaglia crede e si muove per un obiettivo preciso: riscoprire e valorizzare il ruolo della

bottega e del commerciante all’interno della comunità. Si vuole conservare l’idea della bottega come luogo

d’incontro e scambio quotidiano e non come mero spazio di commercio, in particolar modo in una piccola realtà,

quale Orzivecchi.

Nonostante sia localizzato in un centro storico che ha visto scomparire la maggior parte delle piccole attività

commerciali e in cui la densità della grande distribuzione ha pochi uguali in Europa, con dedizione e tenacia, la

Salumeria Battaglia continua la sua centenaria attività.

Baita del Formaggio S.n.c.

La nostra bottega alza la saracinesca nel 1939 diventando subito un punto di riferimento per il quartiere. Oggi io e mia moglie Lory uniti dalla stessa passione, ci siamo rinnovati secondo le esigenze della Clientela, specializzandoci con prodotti caseari e salumi provenienti da tutt’Italia, di piccole fattorie che alimentano i propri animali con foraggi naturali, privilegiando formaggi a latte crudo. Troverete da quelli tradizionali a vere rarità come il Blu 61 miglior blu d’Italia anno 2012, formaggi affinati nel vino, nel fieno, in foglie di castagno, il Bettelmatt tra i più rari in Italia. Oltre ai formaggi della grande tradizione casearia italiana una vasta selezione di formaggi Europei , come l’Inglese Smooth blue “ I° classificato cheese awards 2013”, l’evento più prestigioso del formaggio nel Regno Unito, il Fiammingo Grevenbroecher, premiato da una giuria internazionale a Lione come miglior formaggio regionale al mondo, il Brie de meaux al tartufo prodotto dalla casa del tartufo di Parigi solo con tartufo fresco e molti altri, per gli amanti dei salumi eccellenze come il rarissimo crudo dei monti Nebrodi (maiale nero), il p. cotto tartufato, con tartufo INTERO, unico, non Vi voglio annoiare la lista è lunghissima; per far conoscere i tanti prodotti in autunno ed in inverno al sabato organizziamo degustazioni in negozio . Un grande grazie a mia moglie che mi segue appena possiamo sia in Italia che all’ estero alla ricerca di nuovi piccoli produttori. Siamo stati ripagati dalla nostra Clientela che viene da tutte le zone di Milano e da diverse testate giornalistiche tra cui il Times.