Castellucchio Gomme

Castellucchio Aristide, padre dell’attuale titolare, inizia l’attività di “vulcanizzatore” nel lontano 1922 in un non piccolo negozio di viale Montenero, nelle vicinanze di piazza Medaglie d’Oro. In seguito, nel 1928 si trasferisce in corso Lodi dove proseguì fino agli inizi degli anni quaranta, quando per via della guerra, l’attività viene interrotta. Riprenderà a guerra finita, nel 1946, con l’apertura dell’attuale negozio in Corso Lodi angolo Via Passeroni. Il figlio Ottavio, che apprende il mestiere lavorando a fianco del padre fin dall’età di 15 anni, dopo la sua scomparsa, nel 1965, ne prosegue l’opera. Dal 1984 viene costituita l’impresa familiare che comprende anche la moglie e il figlio Marcello. Ottavio ha continuamente investito nella propria attività, sia dal punto di vista economico e professionale, ampliando la superficie del negozio e adottando apparecchiature sempre all’avanguardia nel settore, sia dal punto di vista umano sapendo trasmettere la passione e l’interesse per il proprio lavoro al figlio Marcello. Questi infatti, pur essendosi laureato a pieni voti in Economia e Commercio all’università Bocconi di Milano, continua a svolgere l’attività di gommista, apportando le opportune innovazioni, in rappresentanza della terza generazione succedutasi nella continuazione dell’attività. Nel piccolo ufficio lo spazio è quasi tutto occupato da una bella, maestosa, antica scrivania in legno con cassettini e scomparti. Al disopra spicca la targa con la quale fu assegnata ad Aristide la medaglia d’oro per la sua lodevole attività. L’elemento che contraddistingue la famiglia Castellucchio, oltre ovviamente alla loro professionalità, e che colpisce subito al primo incontro, è l’accoglienza che si respira entrando “nell’ambiente Castellucchio”.