Ottica Aleardi

È il 1919 quando Alfredo Trussardi, appena ventenne apre il suo primo “laboratorio di occhialeria” in via Torricelli 5, zona Navigli, iniziando un’attività allora poco conosciuta.
A Giugno dello stesso anno si trasferisce in C.so San Gottardo 6 e tra il 1929 e il 1934 prende l’abilitazione di Ottica e il Perfezionamento in Optometria.
Durante gli anni della Seconda Guerra Mondiale la sede dell’Ottica Trussardi si sposta tra il civico 6, il civico 7 e il civico 2 a causa dei bombardamenti. Gianpietro Aleardi inizia a frequentare il laboratorio di Ottica di Alfredo Trussardi prima della guerra. Nel 1959 Alfredo passa l’attività a Gianpietro che con la moglie riaprirà il nuovo negozio di Ottica con l’insegna “OTTICA ALEARDI”.
Nel 1980 Gianpietro diviene Maestro Ottico Anno 1989 e rifà degli arredi per rendere il negozio più moderno e funzionale. Nel 1992 Antonella, la figlia, acquisisce l’abilitazione di Ottica e affianca il padre in azienda, fino al 2003 quando con l’aiuto di alcuni suoi storici collaboratori prende in mano l’attività, continuando la tradizione di famiglia.

Fotottica Gigi

Fotottica Gigi è un’azienda specializzata nel commercio al dettaglio di articoli di ottica e fotografia fondata il 2 novembre 1965 a Casalpusterlengo, in Via Gramsci, dal giovane ventitreenne Luigi Mombelli.
Con entusiasmo e tanta ambizione, ma anche sommerso dai debiti, Gigi, così chiamato amichevolmente, è determinato a realizzare il suo sogno. Accompagnato e sostenuto dalla moglie Rosaria, Gigi inizia, così, un lungo e tortuoso percorso di attività nel settore dell’ottica.
Mezzo secolo di storia che ha il suo inizio in un locale anonimo, di piccole dimensioni, modesto, ma accogliente, un luogo, sì per il commercio, ma anche per incontrarsi con parenti ed amici.
Nel 1977, la ditta, trasferitasi nel centro storico di Casalpusterlengo, in Largo Casali, vive la sua prima stagione di splendore.
Si moltiplicano le linee di montature in vendita e il ventaglio degli articoli settoriali e aumenta la clientela. Grazie ad un laboratorio interno, dotato di macchinari nuovi e innovativi, il negozio è in grado di offrire un servizio che riduce i tempi di attesa di consegna dell’occhiale e assicura un controllo maggiore del prodotto finito.

Il team si rinnova con l’ingresso in azienda del figlio di Gigi, Andrea Mombelli, come secondo responsabile della parte commerciale e di laboratorio.
A completare l’organico si inserisce il primogenito di Andrea, Gianluca, che cura l’aspetto prettamente clinico dell’attività.
Passo dopo passo l’attività di Luigi Mombelli ha raggiunto il traguardo dei 50 anni di attività.

Rimoldi Ottico in Milano

La Ditta Rimoldi nasce nel 1907 intestata a Pietro Rimoldi, anche se la prima documentazione risale al 1932. Nel 1930 con la morte del figlio maggiore Arturo, chiude l’attività di laboratorio e apre come negozio di ottica e foto-cine.
Poi è la figlia Angelina a intestarsi il negozio fino al 1944, quando dev’essere parzialmente ristrutturato per via dei bombardamenti. Nel frattempo Adolfo, figlio di Pietro, liquida le sorelle e porta avanti l’attività di famiglia, vincendo anche un concorso per la fornitura di occhiali ai mutuati della Cassa Mutua di Milano e Provincia. È l’Ottica Rimoldi a rifornire alcuni ciclisti professionisti di fama internazionale dell’epoca, come Baldini, Battistini, Panebianco; Guerra e Bartali qui si rivolgono per il controllo della vista e per la fornitura di occhiali correttivi. Adolfo è sempre all’avanguardia: frequenta corsi specialistici di optometria e contattologia conseguendo diplomi, attestati e onorificenze. Nel 1974 la Ditta Rimoldi si sposta nei locali adiacenti, portando a due il numero delle sue vetrine, all’inaugurazione intervengono il Presidente degli Ottici Ricco e il Consiglio al completo. Nello stesso anno Adolfo viene affiancato dal figlio Pietro che tutt’ora porta avanti l’attività di famiglia conservando l’arredamento vintage inalterato, ma impegnandosi ad essere sempre aggiornato e all’avanguardia nel settore oftalmico e corneale come faceva il padre.