Rimoldi Ottico in Milano

La Ditta Rimoldi nasce nel 1907 intestata a Pietro Rimoldi, anche se la prima documentazione risale al 1932. Nel 1930 con la morte del figlio maggiore Arturo, chiude l’attività di laboratorio e apre come negozio di ottica e foto-cine.
Poi è la figlia Angelina a intestarsi il negozio fino al 1944, quando dev’essere parzialmente ristrutturato per via dei bombardamenti. Nel frattempo Adolfo, figlio di Pietro, liquida le sorelle e porta avanti l’attività di famiglia, vincendo anche un concorso per la fornitura di occhiali ai mutuati della Cassa Mutua di Milano e Provincia. È l’Ottica Rimoldi a rifornire alcuni ciclisti professionisti di fama internazionale dell’epoca, come Baldini, Battistini, Panebianco; Guerra e Bartali qui si rivolgono per il controllo della vista e per la fornitura di occhiali correttivi. Adolfo è sempre all’avanguardia: frequenta corsi specialistici di optometria e contattologia conseguendo diplomi, attestati e onorificenze. Nel 1974 la Ditta Rimoldi si sposta nei locali adiacenti, portando a due il numero delle sue vetrine, all’inaugurazione intervengono il Presidente degli Ottici Ricco e il Consiglio al completo. Nello stesso anno Adolfo viene affiancato dal figlio Pietro che tutt’ora porta avanti l’attività di famiglia conservando l’arredamento vintage inalterato, ma impegnandosi ad essere sempre aggiornato e all’avanguardia nel settore oftalmico e corneale come faceva il padre.

Bottari De Castello Leopoldo e C. S.n.c.

L’attività della famiglia Bottari de Castello, nel campo dei preziosi, inizia alla fine del XIX secolo, quando viene affiancata alla vendita delle bilance il commercio di oreficeria, orologeria ed ottica.

Allora il ceppo familiare era radicato nella provincia di Treviso, ma nel 1941 Antonio Bottari de Castello si trasferisce a Casalpusterlengo, allora in provincia di Milano.

Da semplice deposito, si ha, durante gli anni del secondo conflitto mondiale, la trasformazione in vera e propria attività commerciale; la stessa viene resa completamente autonoma, dalle consorelle venete, agli inizi degli anni sessanta.

La conduzione dell’attività continua guidata dal fondatore, affiancato dalla moglie Bruna Bison e, dal 1976, dal figlio Leopoldo.

Quest’ultimo si diploma in ottica presso la Civica Scuola di Milano, nel 1979.

Negli anni ottanta, la Società riceve gli attestati “Diploma di Benemerenza nell’Esercizio di Attività Artigiane” e “Premio alla Fedeltà al Lavoro e del Progresso Economico” da parte della Camera di Commercio della Provincia di Milano.

Nel 1995, Antonio e Bruna Bottari de Castello lasciano l’attività e subentra con Leopoldo, la moglie di quest’ultimo, Carolina Meazzi.

Nel 2001 la camera di Commercio della Provincia di Lodi, conferisce il “Diploma con Medaglia d’Oro” per 58 anni d’ininterrotta lodevole attività”.

Nel 2011 la Regione Lombardia nomina la Società “Negozio di Storica Attività”.

I valori ispiratori sono senz’altro la qualità del servizio non solo al momento della presentazione e vendita, ma anche nel proseguo del rapporto col Cliente e nell’assistenza post vendita.

Questo, a nostro parere, rappresenta, anche e soprattutto, il nostro più importante punto di forza.