Giuseppe Turconi & C. di Battiglia Riccardo e C. snc

Ottica G.Turconi nasce nel 1926 grazie a due grandi amici, Guglielmo Chiolini e Giuseppe Turconi, che aprono una bottega di fotografia in corso Vittorio Emanuele (oggi Strada Nuova) al civico 98. Guglielmo coltiva da subito un amore smisurato per la fotografia che, insieme all'amore per Pavia, regalerà le più belle immagini della città: il suo archivio fotografico è un vero e proprio tesoro che racconta la storia della città attraverso le immagini.
Nel 1953 i due soci si dividono per dedicarsi totalmente alle rispettive passioni e Giuseppe Turconi continua l’attività diventando una vera e propria istituzione cittadina nel campo dell’ottica. L’attività si è tramandata con immutata professionalità e nella sede storica di Strada Nuova 98 – gestita oggi da Riccardo Battiglia – si trovano ottici ed optometristi qualificati a completa disposizione per soddisfare ogni esigenza o anche solo per un semplice consiglio.

Isnenghi – Istituto Ottico SNC di Mirko Isnenghi & C.

L’attività di servizio affilatura Collini nasce sulla scia del fenomeno migratorio degli arrotini dalla
Val Rendena. Dopo anni di attività come ambulante, Mansueto Collini decide di aprire il negozio
nel centro storico di Lovere, insieme ai figli Lino e Quintilio. Oltre all’affilatura dei coltelli si
occupano anche di articoli da taglio, articoli per barbieri e casalinghi. Nasce così l’insegna
“Coltellerie Collini”.
Negli anni Ottanta Lino, rimasto solo dopo la morte del padre e del fratello, sposta l’attività di
fronte alla vecchia sede scelta dal padre e nel 1995 gli succedono Norma e Attilio, i figli.

Ottica Rovetta di Tagliabue Gianfranco

Nel 1950 a Lovere i fratelli Rovetta decidono di aprire un’ottica. L’Ottica Rovetta viene rilevata
negli anni Sessanta dalla famiglia Vasconi, parenti dei due fratelli, che mantiene il nome e
concentra l’attività solo sull’ottica.
Nel 1991 il negozio viene ceduto ai fratelli Tagliabue e, ancora oggi, uno dei due lo gestisce,
mantenendo per tradizione il nome, l’arredamento e diversi strumenti appartenuti ai fondatori
dell’attività.

Centro Ottico Cappelli di Cappelli Andrea & C. SNC

Enzo Cappelli e Paolo Livì sono due rappresentanti di una ditta di strumenti oftalmici e musicali di Firenze. Per un periodo girano insieme l’Italia, ma in vista dei relativi matrimoni, decidono di cercare un lavoro più “sedentario” e redditizio. Parlando con un loro cliente veneziano, vengono a sapere che a Cremona c’è un negozio ben avviato, in vendita.
È il gennaio del 1962 e i due fiorentini partono alla volta di Cremona e, nonostante la nomea del clima nella pianura padana, trovano ad accoglierli un cielo indaco che li fa ben presto innamorare della città e del negozietto che si trova all’angolo tra corso Mazzini e via San Tomaso. L’allora titolare prende subito in simpatia i due ragazzi e vende loro l’attività.
Dal mese di marzo sono Enzo e Paolo i titolari, ma c’è da mettere qualche soldo da parte in previsione delle nozze, dunque vanno a vivere nel sottotetto dello stesso palazzo.
La loro serietà e perseveranza sarà premiata: con gli anni i due, non solo metteranno su famiglia, ma amplieranno la loro impresa. Acquisteranno nuovi spazi, finché le loro strade si divideranno. Il negozio storico rimane ad Enzo Cappelli che introduce nella società, oltre al il figlio Andrea, anche la nuora Federica, e nel 2002 andrà in pensione.
Oggi, alla guida del Centro Ottico Cappelli ci sono Andrea e Federica.

OTTICA GHIZZONI S.R.L.

È un punto di riferimento l’Ottiga Ghizzoni per chi, negli anni Venti del scorso secolo, cerca articoli di ingegneria, di fisica e geodesia o per chi vuol riparare una penna.
Ma nel 1946 il titolare cede l’attività alla sua collaboratrice, Ebe Ghisalberti, che fin da subito rilancia l’ottica come punto di riferimento nella città di Como.
Negli anni Settanta, ad Ebe, si affianca il fratello Mario che introduce nel negozio l’attività di servizi fotografici. Dai matrimoni alle partite del Como Calcio, le vetrine diventano una bacheca che racconta la vita alle sponde del lago.
L’Ottica Ghizzoni passa attraverso la gestione del figlio di Ebe, fino al nuovo proprietario, Gabriele Piseri che nel 2005 subentra con entusiasmo e continua lungo il lungo percorso solcato da quasi un secolo. Oggi a farla da padrona è la tecnologia, ma all’interno del negozio Gabriele mette a disposizione anche uno spazio per chi vuole vendere o far conoscere alla città i propri prodotti e le proprie idee.

Caloni di Caloni Aristide e C. snc

Con i suoi sessanta anni di storia all’attivo, “Caloni” vede succedersi dietro al bancone di corso
Magenta, 17 ben tre generazioni: nonna Beatrice, che nella seconda metà degli anni Cinquanta
acquista un negozio di riparazioni e vendita al minuto di orologi; papà Aristide, subentrato nel
1959, che introduce nel negozio il servizio di optometria e fornitura occhiali e lenti a contatto e la
creazione di gioielli realizzati in laboratorio; e Massimiliano, che da trenta anni porta avanti la
tradizione di famiglia.
Grazie anche ai laboratori interni di ottica, orologeria e gioielleria, “Caloni” garantisce da sempre
un’attenzione al cliente e una professionalità a 360°.
Oltre alla vendita, il punto di forza di “Caloni” è l’attività di riparazione e assistenza post vendita.

Occhiali Pelo dal 1930

Nel 1916 il più grande negozio di ottica d’Italia si trova in Galleria Vittorio
Emanuele, a Milano. Lì, all’età di 15 anni, inizia a lavorare Carlo Pelo.
Per 14 anni Carlo lavora in questo negozio e acquisisce un’esperienza tale da permettergli di
aprire, nel 1930, una sua attività in via Stendhal.
Carlo Pelo si specializza, negli anni, anche nella produzione di montature, importando il modello
glasant (i diffusissimi occhiali a giorno) dagli Stati Uniti.
Col passare degli anni, l’attività sposta le sue sedi, pur rimanendo nel quartiere Solari; dal 1970 è
Pierino Pelo che subentra al padre Carlo. Poi toccherà a Maurizio, figlio di Pierino e ad Elisabetta,
terza generazione della famiglia di ottici.
La guerra ha distrutto i documenti che accertano l’esistenza del negozio “Occhiali Pelo” fin dal
1930, ma gli ultranovantenni del quartiere sono pronti a testimoniare la professionalità del signor
Carlo e di tutti coloro che si sono susseguiti dietro il suo bancone.

OTTICA CAPITANO DI RAZZINI FILIPPO

L’Ottica Capitano nasce nel 1962 e come prima sede il fondatore, Roberto
Capitano, sceglie i locali di via XX Settembre al 51. Nel 1968 l’attività si sposta di qualche civico, al
23 e si sviluppa su tre piani. I colori blu, viola e rosa rendono il negozio accogliente e originale
dotato anche di un laboratorio di sviluppo colore e bianco e nero e una sala per foto artistiche.
L’impresa di Roberto Capitano conoscerà anche la sede di piazza Duomo 10, prima di stabilirsi
definitivamente (nel 1992) in via Mazzini, dove si trova ancora oggi.
Negli anni l’Ottica Capitano, oggi gestita dal figlio di Roberto, Filippo Razzini, si è specializzata nelle
foto fatte in aereo o in elicottero; è nota in città per aver portato grande innovazione nell’ambito
della neonata scienza dell’ottica, commercializzando prodotti all’avanguardia.

Ottica Aleardi

È il 1919 quando Alfredo Trussardi, appena ventenne apre il suo primo “laboratorio di occhialeria” in via Torricelli 5, zona Navigli, iniziando un’attività allora poco conosciuta.
A Giugno dello stesso anno si trasferisce in C.so San Gottardo 6 e tra il 1929 e il 1934 prende l’abilitazione di Ottica e il Perfezionamento in Optometria.
Durante gli anni della Seconda Guerra Mondiale la sede dell’Ottica Trussardi si sposta tra il civico 6, il civico 7 e il civico 2 a causa dei bombardamenti. Gianpietro Aleardi inizia a frequentare il laboratorio di Ottica di Alfredo Trussardi prima della guerra. Nel 1959 Alfredo passa l’attività a Gianpietro che con la moglie riaprirà il nuovo negozio di Ottica con l’insegna “OTTICA ALEARDI”.
Nel 1980 Gianpietro diviene Maestro Ottico Anno 1989 e rifà degli arredi per rendere il negozio più moderno e funzionale. Nel 1992 Antonella, la figlia, acquisisce l’abilitazione di Ottica e affianca il padre in azienda, fino al 2003 quando con l’aiuto di alcuni suoi storici collaboratori prende in mano l’attività, continuando la tradizione di famiglia.

Fotottica Gigi

Fotottica Gigi è un’azienda specializzata nel commercio al dettaglio di articoli di ottica e fotografia fondata il 2 novembre 1965 a Casalpusterlengo, in Via Gramsci, dal giovane ventitreenne Luigi Mombelli.
Con entusiasmo e tanta ambizione, ma anche sommerso dai debiti, Gigi, così chiamato amichevolmente, è determinato a realizzare il suo sogno. Accompagnato e sostenuto dalla moglie Rosaria, Gigi inizia, così, un lungo e tortuoso percorso di attività nel settore dell’ottica.
Mezzo secolo di storia che ha il suo inizio in un locale anonimo, di piccole dimensioni, modesto, ma accogliente, un luogo, sì per il commercio, ma anche per incontrarsi con parenti ed amici.
Nel 1977, la ditta, trasferitasi nel centro storico di Casalpusterlengo, in Largo Casali, vive la sua prima stagione di splendore.
Si moltiplicano le linee di montature in vendita e il ventaglio degli articoli settoriali e aumenta la clientela. Grazie ad un laboratorio interno, dotato di macchinari nuovi e innovativi, il negozio è in grado di offrire un servizio che riduce i tempi di attesa di consegna dell’occhiale e assicura un controllo maggiore del prodotto finito.

Il team si rinnova con l’ingresso in azienda del figlio di Gigi, Andrea Mombelli, come secondo responsabile della parte commerciale e di laboratorio.
A completare l’organico si inserisce il primogenito di Andrea, Gianluca, che cura l’aspetto prettamente clinico dell’attività.
Passo dopo passo l’attività di Luigi Mombelli ha raggiunto il traguardo dei 50 anni di attività.