Valcarenghi Gioielli di Valcarenghi Ezio

Quando Ezio Valcarenghi decide di avviare di fare l’imprenditore è un giovane intraprendente e motivato, appassionato di metalli e pietre preziose, capace anche di riparare gioielli e preziosi, crearli e personalizzarli a seconda dei gusti dei clienti. È il 1966 e i locali sono quelli di piazza Garibaldi a Soresina.
La professionalità e la passione (meglio usare un sinonimo) hanno sempre animato questa attività a conduzione famigliare che oggi si avvale della collaborazione della figlia di Ezio, Monica, e suo marito Roberto nella sede di via Genala, dove la gioielleria si è trasferita alcuni anni dopo l’apertura.

Gioielleria Ottica Genoni Cirillo di Massimo & Paolo Genoni snc

La Genoni Gioielleria Ottica di Busto Arsizio nasce sessant’anni fa grazie a Cirillo Genoni, oggi
ottantaseienne, che ha costruito l’identità del negozio giorno dopo giorno, conquistando la fiducia
dei clienti della zona.
A ricevere i clienti oggi ci sono i figli, Massimo e Paolo, ma lo spirito è rimasto sempre lo stesso:
fare bene il proprio lavoro e dare un buon servizio.
Il punto di forza della Genoni Gioielleria Ottica è il servizio post vendita. I clienti non sono semplici
numeri, hanno un valore affettivo enorme per il senso del lavoro quotidiano della famiglia Genoni.

Cappelletti Arturo di Paolo Cappelletti & C. – SAS

A Cantù il cognome Cappelletti è da sempre legato al negozio di preziosi. Tutto ha inizio con Arturo, esperto riparatore di orologi e pendole, che apprende il mestiere a Como, ma che nel 1937 decide di aprire un’attività tutta sua a Cantù. Neanche a dirlo, Arturo vende solo orologi, ma ben presto si apre anche al commercio di gioielli. Nel 1957, quando l’attività è ben avviata e necessità di maggiore spazio, Arturo si trasferisce in via Matteotti, nell’attuale sede. È negli anni Novanta che vengono aggiunti ulteriori spazi espositivi nella vicina palazzina del “Cortile del Pozzo” dove vengono organizzati anche eventi. Un segno, questo, della voglia mai sopita della famiglia Cappelletti di offrire alla propria clientela un’esperienza d’acquisto ben più preziosa dei gioielli.

Curti Federico Ernesto

Nel centro di Bollate si trova la “Gioielleria Curti” aperta nel 1947 da Renato Curti, con l’aiuto della moglie Amalia Parmigiani.
All’inizio l’attività si basa sulla riparazione e produzione di pezzi singoli su ordinazione dei clienti ma è sempre più sulle vendite del negozio che si fonda la crescita degli anni successivi.
Nel 1966 Federico Curti subentra al padre Renato nella titolarità della ditta conducendola fino ad oggi. Nel corso degli anni si specializza nella riparazione di orologi, in particolare di pezzi antichi, tanto da guadagnarsi tra i propri concittadini l’appellativo di “mastro delle pendole”.
Federico è consapevole del ruolo attivo che gli spetta come commerciante nella selezione qualitativa dei prodotti e non ama inseguire la concorrenza nella ricerca dell’oggetto di moda o dell’ultima novità. In settanta anni di attività la cittadinanza ha confermato, anno dopo anno, l’apprezzamento nei confronti dell’attività commerciale dei Curti.

Rastelli S.R.L.

Il 3 febbraio del 1933 in via Vacchelli 25 a Cremona i coniugi Angelo Corini
e Irma Frigeri aprono un’attività in cui riparano orologi e vendono oggetti di oreficeria.
Un progetto che parte alla vigilia della guerra e che, proprio a causa del secondo conflitto
mondiale dovette chiudere per diversi mesi. Grazie al congedo a tempo indeterminato di Angelo, il
negozio può riaprire e questa volta i coniugi scelgono una zona molto più commerciale, ovvero il
Corso Garibaldi al civico 206, sede in cui l’attività si stabilisce fino alla fine degli anni Settanta.
Rimasta vedova, Irma si risposa con Luigi Carlo Rastelli. È il 1959 e la coppia gestisce il negozio
sviluppando la vendita di gioielleria e argenteria. Nel 1961 si unisce a loro il nipote Callisto, fresco
di studi, che apprende il mestiere degli zii e guadagna la fiducia di Irma, la quale dieci anni dopo
cederà a Callisto e a sua moglie Lucia il testimone.
La voglia di innovare e rinnovare è tanta: la nuova generazione di Rastelli si trasferisce nei locali
più ampi, nella stessa via, ma al civico 199. Oggi sono Maura e Corrado Rastelli, terza generazione
della famiglia, a portare avanti il nome e la tradizione di famiglia nella vendita di preziosi.

Bassani S.A.S. di Luigi Bassani e C.

Nel 1966 un locale di 25 mq è sufficiente ai signori Bassani per realizzare il
loro sogno: quello di avviare un’attività di vendita di orologi e gioielli, tra non pochi sacrifici e
difficoltà.
Luigi, il loro figlio, prende le redini dell’impresa di famiglia nel 1994, alla morte del padre, mentre
sua madre gli fa da guida, nel rapporto con la clientela e non solo. Oggi quest’attività, con oltre 50
anni di presenza sul mercato, è diventata, con orgoglio e speranza, un vero e proprio punto di
riferimento per la comunità di cui fa storicamente parte.

BRANCATO DANIELE

Nel cuore del centro storico di Milano c’è un piccolo laboratorio in cui il tempo è scandito dal ticchettio di orologi di ogni guisa.
L’Orologeria Zebedia è nella via omonima da quasi un secolo e si occupa della riparazione e della vendita di orologi da quando Ferdinando Martinato decide di stabilire lì la sua attività, nel 1929.
Da quel momento in poi gli uomini della famiglia Martinato si susseguono dietro il bancone del laboratorio, di generazione in generazione.
Tra i clienti il Senatore Giulio Andreotti, il Marchese Brivio e sua moglie, l’attrice Paola Gassman. Poi ancora Rita Pavone, Enzo Tortora e l’avvocato Peppino Prisco.
Oggi l’Orologeria di via Zebedia 9 è gestita da Daniele Brancato, amico della famiglia Martinato, dalla quale ha rilevato l’attività, continuando a praticare “l’arte di riparare il tempo”.

Pisa

Leonida Pisa apre il suo negozio nel 1953, a pochi giorni dal Natale: i lavori di arredo sono ultimati, le autorizzazioni di legge sono state appena ottenute , i primi acquisti di orologi ( Omega e Tissot di cui è ora concessionario) fatti, gli attrezzi per le riparazioni sono già nel suo patrimonio di giovane artigiano e, dunque, non si perde tempo, si apre! Leonida non è nuovo del mestiere: alla scuola dei fratelli maggiori ha maturato una lunga esperienza come riparatore orologiaio ma ora, fresco di matrimonio e di paternità, è pronto ad una sfida nuova ed autonoma .
Giorno dopo giorno, grazie al suo impegno ed all’appoggio di Jole, sua moglie, Leonida consolida l’attività e diversifica l’offerta merceologica in orologeria, oreficeria, gioielleria, argenteria. Nel tempo si affiancano due dipendenti, ma anche la famiglia, che si è arricchita di un’altra figlia, collabora attivamente al “dietro le quinte” dell’attività.
Sul finire degli anni Ottanta le due figlie decidono di assumere la conduzione dell’attività. Nell’aprile 1988 inizia il nuovo percorso, con un negozio totalmente rinnovato nella struttura e negli intendimenti, via via sempre più ricco di proposte che uniscono alla qualità una chiara impronta stilistica . Gli anni Novanta consolidano il passaggio da negozio di tradizione a “boutique” del gioiello, indirizzata a coinvolgere un pubblico esteso all’intero ambito cittadino. Nel luglio 2000 l’attività si amplia nello spazio, molto più ampio, liberatosi al fianco della “vecchia bottega”: nasce il fulcro del negozio attuale, grandi vetrine che costantemente si rinnovano negli allestimenti ed un vasto ambiente interno dove il visitatore può spaziare in libertà, accompagnato alla ricerca di quanto gli è più congeniale.
Oggi come sempre, lo spirito che anima questa attività rimane il piacere del lavoro e della ricerca, il desiderio di essere un punto di incontro tra generazioni e stili diversi, in linea con i tempi in continua evoluzione.

Ori e Argenti

Il negozio di riparazioni di orologi e commercio di preziosi viene aperto
nel 1958 da Angelo Madonini.
Rimasto vedovo, Angelo viene affiancato dalle figlie Paola Piera e da Lorella Aurora con cui, nel 1992, costituisce una Sas.
Dal 1994 le figlie proseguono l’attività della gioielleria che è un punto di riferimento per gli abitanti della zona.