Ristorante Chatulle

Il primo cliente di questo ristorante viene servito nel 1930 dalla signora Angela Gorla, subentrata ad una precedente attività di trattoria, che con la sua bravura di cuoca e la bontà dei piatti riesce a lavorare anche durante la guerra, fino al 1948.
Tocca quindi al figlio di Angela, Mario Varieschi, ereditarne la cucina, conservando l’impronta di una ristorazione di qualità e attenta alle ricette della tradizione fino al 1965.
E’ in quegli anni che Fausto Coppi frequenta spesso il locale, mangiando e giocando a carte proprio qui, in Via Piero della Francesca, dove il ristorante si trova ancora oggi.
Dal 1965 al 2002 la gestione prosegue ininterrottamente con Gasparo Pieretti e, subito dopo, fino ad oggi, il ristorante Chatulle fa capo alla società P.D.F. che si contraddistingue non solo per gli squisiti menù legati alla tradizione italiana o l’ampia scelta di vini pregiati, ma anche per l’offerta di intrattenimento musicale dal vivo e la possibilità di cenare al fresco nel piacevole giardino durante la stagione estiva.

Trattoria Via Vai di Stefano Fagioli s.a.s.

La prima traccia di una trattoria in Via Libertà a Ripalta Cremasca, frazione Bolzone, è
documentata dal 1964. A gestire il locale, fin da subito, è Clementina Tacchini che propone i piatti
della tradizionale cucina delle nebbie, preparandoli con la cura che caratterizza le realtà tipiche
della campagna cremasca.
A partire dal giugno 1984, l’esercizio della signora Tacchini passa direttamente alla società che fa
capo a Stefano Fagioli, l’attuale titolare, prendendo il nome di Trattoria Via Vai, con il quale in
breve tempo il locale è diventato un indirizzo di riferimento per coloro che desiderano trascorrere
una serata all’insegna del buon cibo e del buon vino.
Il cuoco ufficiale è ancora oggi Stefano Fagioli che, con il suo estro e la sua esperienza, ha ottenuto
negli anni prestigiosi riconoscimenti nel settore della ristorazione e fatto conoscere le sue ricette
in numerose trasmissioni televisive, anche di rilievo nazionale.

Trattoria La Spiaggetta – di Dalmeri Elena e C. – S.a.s

La trattoria “La Spiaggetta” nasce nel 1967 per iniziativa di Giuseppina Ribola dopo la
ristrutturazione da parte del marito, Bortolo Dalmeri, del piccolo fienile ereditato qualche anno
prima e situato sul lago d’Iseo, nella frazione di Sensole a Monte Isola.
Da subito Giuseppina si fa apprezzare per la cura con cui propone le ricette della tradizione
montisolana, valorizzando al meglio i prodotti locali. Nel 1989 entrano ufficialmente nell’attività di
ristorazione anche il marito e la figlia Elena. Nel corso di pochi anni, la trattoria viene ampliata con
l’aggiunta di una gradevole veranda sul lago da utilizzare in inverno, e adeguata alle normative
igienico-sanitarie, il tutto per rendere sempre più moderna e confortevole l’accoglienza per i
propri ospiti. E infatti la cucina semplice e genuina della trattoria con l’incantevole posizione del
locale, affacciato sul lago, continuano ad attirare un’affezionata clientela costituita non solo da
figli e nipoti dei clienti storici ma anche da numerosi turisti stranieri in visita a Monte Isola.

MILANESI DAVIDE

Maria Fusa Imperatore, nonna dell’attuale proprietario Davide Milanesi, rileva “La Ferreira”nel 1963 da un gruppo di dipendenti della “Said” di Milano, la Società anonima italiano dattilografia.
Erano gli anni del boom economico e, fino a quel momento, la trattoria aveva avuto come principale funzione quella di “dopo lavoro”.
Maria fin da subito inizia a proporre piatti tipici della tradizione cremasca – tra le sue specialità il brasato, la lepre in salmì, i lessi… – e svolge con entusiasmo il suo ruolo di “padrona di casa” fino al 1982, anno in cui andrà in pensione.
Sarà Achille Milanesi a raccogliere il testimone della madre fino al 2004, poi il figlio di questo, Davide che ancora oggi è impegnato nell’attività di famiglia.

Trattoria Trattobene di Tanzi Cristina, Tanzi Elena e Cremona Giovanna S.N.C.

Remo Tanzi è un giovane cuoco appena uscito dalla scuola di Milano.
È il 1966 ha voglia di mettere a frutto tutti gli insegnamenti ricevuti, così acquista una piccola osteria. Si tratta di una struttura che risale ai primi anni del Novecento ed è da sempre un punto di ristoro per i passanti, con tanto di stalla per i cavalli – oggi adibita a magazzino – e porticato. Oggi quell’osteria è una trattoria stimata ed elegante e a portare avanti il sogno di Remo ci sono le figlie Cristina ed Elena, che lavorano sotto la supervisione della mamma Giovanna. Nel cortile vengono ancora custoditi ed esposti oggetti della tradizione agraria risalenti al secolo scorso, mentre all’interno si viene accolti dal calore degli ambienti e degli arredamenti, dalla genuinità della cucina e dal sorriso delle donne di casa Tanzi.

La Bassa di Gnoatto Zorzetto Claudinei

L’albergo ristorante “La Bassa” è sicuramente il più antico di Soresina,infatti la prima licenza di cui si ha notizia è datata 15 marzo 1804. L’osteria, tipico luogo di ospitalità, fu sempre di proprietà della Famiglia Ferrari di Soresina che esercitò l’attività di osteria e locanda fino agli anni Settanta.
Furono anni di diverse gestioni che si susseguirono ai Ferrari finché, alla fine degli anni Ottanta, l’edificio subisce un’importante opera di ristrutturazione e ammodernamento e viene affittato da Zorzetto Gnoatto che rinnova “La Bassa” pur mantenendo la sua caratteristica di luogo caldo e accogliente.