Farmacia Giardini di Ceffa Giangiacomo e Ceffa Emanuela S.n.c.

Basta varcare la soglia di questa farmacia, la cui insegna di antica foggia già ci fa presagire un
interno d’altri tempi, per essere catapultati immediatamente in un ambiente di stile ottocentesco,
dove tradizione e modernità convivono in un singolare connubio, sempre all’altezza di ogni
necessità della clientela.
Documenti ufficiali fanno risalire con certezza al 1830 le origini della “Farmacia dott. C. Giardini” di
Via XX Settembre, quando è titolare Giovanni, poi seguito da Cesare, noto fra l’altro nelle memorie
sestesi per un atto di eroismo che pose fine ai bombardamenti da parte degli austriaci nel 1859.
Negli anni la gestione del negozio è rimasta nelle mani della stessa famiglia, passando di padre in
figlio: dal 1928 al 1984 è titolare Cesare Giardini, dal 1984 al 2003 subentra Elisa, dal 2003 ad oggi
sono dietro il banco Giangiacomo ed Emanuela Ceffa, nipoti di Cesare.
Situata nel centro storico di Sesto Calende, in un contesto caratteristico di edifici storici, la
Farmacia Giardini conserva gelosamente arredi e scaffali in legno massiccio, certamente risalenti
alla fondazione. Possiede inoltre, in bella mostra sugli antichi scaffali, numerosi vasi in maiolica,
utilizzati un tempo per le preparazioni farmaceutiche. Un mondo scomparso che fra queste mura
sembra magicamente rivivere, offrendo nel contempo, accanto alla professionalità e cortesia dei
titolari, l’efficienza di un moderno presidio sanitario, con servizi di laboratorio e noleggio delle più
affidabili attrezzature mediche.

Farmacia Catelli S.n.c. di Grillo M. & E.

La Farmacia di Via Volta 11, a Fagnano Olona, si trova di fronte al castello Visconteo, in un edificio
antico, nato come posteria del castello e successivamente diventato una “spezieria”.
Da spezieria a farmacia, il passo è breve, ma la prima traccia ufficiale della titolarità di un
farmacista – che ai tempi veniva rilasciata dal medico provinciale tramite decreto – risale al 1909, al
dottor Lodovico Zaro. A lui seguono altre gestioni, ed è nel 1924 che il negozio prende il nome del
“dottor Catelli”, con il quale è tuttora conosciuto.
Sotto la guida di Corrado Catelli, e poi sotto quella del figlio Antonio, questa antica attività diventa
un importante punto di riferimento per la comunità del luogo fino al 1978.
Si deve certamente a questa famiglia l’impronta tradizionale data ai locali del negozio attraverso la
conservazione dei pregevoli arredi in legno massello, risalenti agli inizi del secolo scorso, in stile
neo-rinascimentale, e degli antichi vasi in maiolica policroma, utilizzati un tempo per le
preparazioni farmaceutiche.
Dal 1978 al 2013 l’attività passa di mano alla dottoressa Mariangela Ferrario, ed oggi alle sue figlie
Consuelo ed Eloisa Grillo. Chi entra in questa farmacia trova ancora il profumo e l’atmosfera di
un’epoca lontana, anche per merito dell’elegante soffitto a cassettoni, vecchio di secoli, scoperto
inaspettatamente nel corso dell’ultima ristrutturazione dei locali.

Farmacia Mazzucchelli Franco & C. s.n.c.

La Farmacia Dott. Mazzucchelli è una delle più antiche di Busto Arsizio, gestita da tre generazioni
della stessa famiglia: Angelo, Franco ed infine Ettore e Marco.
Posizionata nel centro della città, sempre nella stessa via, nel corso degli anni l’attività si è
trasformata, realizzando significative innovazioni al passo con i tempi nel proprio campo.
La Farmacia oggi offre un centro della salute al servizio del cittadino, tre laboratori (di cui uno
dedicato all'omeopatia), un intero reparto di prodotti senza glutine, un laboratorio dedicato alle
autoanalisi del sangue ed alla misurazione della pressione arteriosa.

Farmacia Galassi di Galassi Ferruccio e C. Snc

La prima traccia documentata di una farmacia situata nella via principale di Remedello risale al 2
gennaio 1909, quando dietro al bancone è il dottor Adalberto Tonini. Dopo di lui si succedono
diversi altri titolari: la dottoressa Stefanj Karaboff dal 1933; il dottor Cesare Conti, dal 1940 già
nella sede attuale, in Via Roma 24; il dottor Italo Branca, dal 1946.
Quest’ultimo trasferisce nel 1961 la gestione dell’attività al dottor Cesare Galassi, il cui cognome è
giunto fino ad oggi per identificare inequivocabilmente la farmacia di via Roma, prima attraverso
la presenza del figlio, il dottor Ferruccio Galassi, rimasto solo alla guida dell’attività dal 1972, ed
ora affiancato dal più giovane farmacista Giorgio Tomasoni, futuro erede di questo piccolo ma
fondamentale punto di riferimento per la comunità di Remedello.
Ancora oggi, varcando la semplice soglia della Farmacia Galassi, si è immediatamente avvolti dal
fascino retrò di un locale che ha superato il secolo di vita: i vecchi mobili in legno chiaro
racchiudono le moderne confezioni di farmaci così come un tempo conservavano i componenti
curativi essenziali e i vasi in maiolica per le preparazioni officinali. Alcuni di questi ultimi, con i loro
colori e la pregevole manifattura, fanno ancora bella mostra di sé sugli scaffali della farmacia a
testimonianza del lavoro di un tempo che, allora come oggi, è condotto dai titolari con cortesia e
professionalità degni di una così lunga e fortunata storia commerciale e famigliare.

Farmacia XX Settembre di Granata Dott. Fabio e C. – S.A.S.

Nel 1855, a Crema, l’attuale via XX Settembre si chiama contrada
Ombriano, ma già da allora in quella via esiste una farmacia. È la “Farmacia e drogheria con
fabbrica di cera di Federico Chiappa, successo alla ditta Anna e sorelle Chiappa”.
Nel 1993 Fabio Granata, oggi titolare della farmacia che porta il nome della via, ovvero “XX
Settembre”, l’acquista proprio da un discendente della famiglia che per oltre un secolo aveva
gestito l’impresa.
All’inizio quel luogo è un vero e proprio “deposito di conserve, spiriti, rosoli, rhum, wermuth,
malaga e altri vini di lusso, nonché assortimento di generi di pittura, tintoria, d’oli, saponi e
cioccolata”. È nello scorso secolo che l’attività passa dall’essere un laboratorio in cui vengono
preparati i medicinali ad una farmacia, nell’accezione attuale del termine.
Oggi una squadra affiatata di professionisti lavora tra queste antiche mura, consapevole di essere
custode di un pezzo di storia della città.

A. SOMMARUGA ORTOPEDICO

Se ne stavano davanti al negozio, con le mani in tasca, pieni di speranze. Sono i ragazzi di Como, quelli della zona di via Vittorio Emanuele che scende fino al Duomo. Col farfallino o la mantella.
Mentre il titolare del negozio gli sorride.
È il 1849 quando Ambrogio Sommaruga apre la sua attività per la fabbricazione di cinti erniari, specializzandosi nella costruzione e vendita di articoli ortopedici e chirurgici.
Meccanici ortopedici, sono conosciuti così i fratelli Sommaruga Vittore, Carlo e Giuseppe.
La ditta cessa nel 1972 per raggiunti limiti d’età dei soci, ma è ripresa dal figlio di Vittore, Attilio, tecnico ortopedico, diplomatosi nel 1965, la cui attività dura tuttora.
Nel 1988 il Comune di Como autorizza l’ampliamento del negozio, ma ne mantiene le caratteristiche originali:la scala in sasso interna con la ringhiera in ferro battuto, le inferriate alle finestre, le travi a vista, il banco e i mobili di inizio Novecento all’entrata del negozio, le vetrine con pilastri in sasso a vista e travi originali, e l’originale “cappello” esterno, degli anni Venti, che avvolge le saracinesche.

FARMACIA VIA MILANO

L’attività della farmacia in via Milano risale al 1879, nel corso degli anni si sono susseguite diverse gestioni fino alla gestione attuale affidata a Daniele Farè.
La documentazione cartacea, raccolta tramite ricerca negli archivi storici presenti in Camera di Commercio, attesta la gestione dal 1914 al 1919 ad Attilio Casnati, nella sede di Via Milano n. 24.
Successivamente, dal 1919 al 1929, viene rilevata da Antonio Rossi, a cui subentrano prima gli eredi poi in maniera ininterrotta fino al 1990, i figli Alessandro e Eugenia.
Nel 1990 la Farmacia viene rilevata da Giuseppe Cetti, che trasferisce la suddetta attività in via Milano n.75, dove viene gestita fino al 2003.
Dal 2003 al 2008 è condotta da Daniela Marzo e dal 2008 al 2011 la ragione sociale cambia in Farmacia Via Milano s.n. c.
Dal 2011 ad oggi la Farmacia via Milano è coordinata da Daniele Farè e dal luglio 2012 è in Via Milano n. 39/41.
L’attività ha attraversato diversi contesti storici nel corso della sua esistenza, rimanendo sempre fedele alla sua missione, ovvero offrire prodotti farmaceutici, consigli, suggerimenti e servizi a coloro che ne fanno richiesta.
Situata in un punto nevralgico della città di Como ha conquistato la fiducia dei clienti migliorandone il benessere, come da giuramento.

Farmacia Lanzetti

Nella prima metà del Novecento il dottor Pio Antonio Baizini ottenne la licenza per esercitare per la vendita di articoli di Farmacia nello stabile di Como in via Teresa Ciceri, 10, tuttora sede dell’impresa. Successivamente fu Enzo Lanzetti a rilevare la ditta iscrivendola al registro delle ditte nel 1934 come farmacia, col commercio al minuto per l’igiene, cosmesi e profumeria, alimentazione per la prima infanzia e vecchiaia, dietetici e dietetica speciale, omogeneizzati, articoli sanitari, ortopedici, correttivi, elettromedicali, a cui sia aggiunge, nel 1942, la vendita al dettaglio e all’ingrosso di prodotti chimici organici e inorganici, farmaceutici, industriali e per analisi.
A Enzo segue il dottor Emilio, e a Emilio gli eredi Lanzetti che hanno gestito provvisoriamente l’attività fino al trasferimento di titolarità al dottor Andrea Lanzetti.
Il piano terra del condominio di via Teresa Ciceri 10, da sempre sede della Farmacia, è stato acquistato dalla famiglia Lanzetti. La maggior parte dell’arredo preesistente è arrivato inalterato fino ad oggi. Elementi quali il caduceo accanto all’ingresso della farmacia, i tre banconi in legno massiccio, il mobile retrostante che si estende per tutta la lunghezza dell’area vendita (valorizzato di recente con scaffalatura in cristallo e retroilluminazione a LED), la croce e le due finestre artistiche rilegate a piombo, un manifesto pubblicitario di un prodotto galenico della prima gestione Baizini, la documentazione fatta di libri e i diplomi di laurea, le attrezzature e i numerosi vasi d’epoca sono ancora visibili al pubblico e raccontano bene la storia del negozio e della famiglia Lanzetti.

Farmacia Ponte Seveso

L’attività di questa Farmacia risale al 1888, ma la prima documentazione al 1932.
Dal 1973 a gestire la Farmacia il titolare, Giorgio Benzi che nel 1999 sposta la farmacia all’attuale indirizzo: via Schiapparelli 4. Ad aiutarlo ci sono il figlio Stefano, anche lui laureato in Farmacia e la moglie Carla, insieme sono un esempio di impresa famigliare dove esperienza, professionalità e voglia di innovare hanno reso questa farmacia un centro multifunzionale. Molto diverso da com’era quando il dott. Benzi, in concomitanza con i suoi studi all’università di Pavia, faceva il praticantato.
Oltre ai cambiamenti positivi e agli ammodernamenti operati, in questa farmacia ancora oggi si preparano artigianalmente alcuni prodotti galenici: con l’ausilio di mortaio, pestello e di una piastra si possono fare infatti pomate, polveri o soluzioni.
Inoltre c’è da dire che operando da tempo nella zona adiacente alla Stazione Centrale, questo negozio rappresenta per gli abitanti del quartiere un pezzo della loro storia.