Polleria Vertemati

La polleria ha aperto i battenti il 2 giugno 1936 per volontà di Giuseppe Vertemati e di sua moglie Maria Balconi, nativi di Lomagna. Fu l’inizio per questo negozio di famiglia giunto oggi alla quarta generazione. Una persona però spicca su tutti: Vitale Vertemati, classe 1937, conosciuto come Lino che, raggiunti i 14 anni di età, già affiancava la madre Maria e la cugina Bruna Crippa, nella gestione del negozio.
Lino ha raggiunto un traguardo eccezionale con oltre 60 anni in negozio.

La Polleria Vertemati è chiamata ancora da tanti “Punt Picul”, per il corso del Caldone scoperto, che corre verso la foce nelle acque del Lario e per la vicinanza con “el Punt Grand”, quello trecentesco di Azzone Visconti.
La piazza era il nodo centrale della viabilità lecchese e lo sarà fino al 1955. La posizione ha regalato alla polleria un ricco e variegato via vai di gente che, in breve tempo, ha rimpolpato le fila dei clienti affezionati.

Nel 1960, Bruna Crippa si sposa con Riccardo Manzoni, collaboratore della polleria, e Maria e Lino proseguono l’attività affiancati da alcuni garzoni.
Nel 1964, Lino si sposa con Silvana Eugenia Castagna e anche lei comincia a lavorare in negozio. Maria, ormai ottantenne, nel 1990 lascia il bancone per godersi la pensione.
Nel 2003, anche Stefania, la figlia di Lino ed Eugenia, decide di seguire le orme del padre e così la terza generazione “Vertemati” prende avvio.

La Polleria Vertemati si distingue per essere un negozio amico, un “salotto” dove è possibile mantenere un rapporto umano e confidenziale: ottant’anni passati in mezzo alla gente, con partecipazione, speranze e delusioni.
Dal 2015 la quarta generazione con Marco Bonacina, ventenne, figlio di Stefania, conseguita la maturità classica, continua l’attività di famiglia.
Nel negozio è rimasto anche parte dell’arredo originale.

ALIMENTARI BERETTA

Nel 1964 Lucia Beretta propone alla sua clientela prodotti di gastronomia, agnoli di carne, tortelli di zucca, merluzzo fritto, prodotti di salumeria, salami e cotechini e, con l’aiuto del marito Alessandro e del fratello Pietro, dà lustro e spessore alla piccola attività.
Ma il negozio è piccolo e per fare un salto di qualità, acquistano uno stabile poco lontano per costruirci il nuovo punto vendita, con annesso laboratorio per la lavorazione delle carni, che fino ad allora avevano lavorato in ambito casalingo.
Nell’attività passeranno a rotazione tutti e 4 i figli di Lucia, dagli anni Settanta agli Ottanta, la figlia maggiore Anna (quando la ditta passa da Beretta Lucia a Beretta Lucia & figli), la seconda figlia Bianca e da lì a poco il figlio Giuseppe.
Sono i primi anni Novanta, quando Lucia continua con i lavori di gastronomia, ma passa la società a Giuseppe e Denis, il quarto e ultimo figlio, e la ditta viene rinominata Alimentari Beretta di Rosa Giuseppe & Denis s.n. c.
Nel corso degli anni l’attività ha seguito le tendenze, le usanze e le abitudini della clientele senza mai cambiare il servizio e la qualità dei prodotti offerti, regalando ai clienti, insieme alla spesa giornaliera, un viso e una persona amica.
Tra prodotti più conosciuti ed apprezzati ci sono ancora i salumi, i cotechini, le salsicce e i prodotti di gastronomia fatti con le ricette e le attenzioni di una volta.

CASTIGLIONI

Nel cuore di Como, in via Cesare Cantù al 9, c’è il negozio delle specialità alimentari Castiglioni. La strada è in centro ed è di storica importanza con monumenti ed antichi palazzi come Porta Torre, Santa Cecilia e il Liceo Classico.
In questa strada ci sono anche molti negozi ed artigiani e per il fascino che suscitava nei turisti fu chiamata “contrade delle meraviglie”.
Nel 1958 Gianni Castiglioni inizia a lavorare con sua moglie. Aveva già lavorato nel porto di Como a Sant’Agostino, ma nel nuovo negozio, nella parte antica della città, vuole introdurre delle specialità.
Il figlio Marco, affiancato dalla mamma e dalla moglie e dai figli, continua il suo lavoro, amplia la parte gastronomica e ci aggiunge il ristorante.
Il locale è conosciuto anche per avere una delle migliori collezioni di vino a Como e anche per essere un posto dov’è possibile trovare e gustare molti tipi di olii d’oliva extravergini, aceti balsamici di Modena, funghi e vegetali sott’olio, formaggi da tutta Italia.
Nel dicembre 2012 inaugura accanto al negozio, l’enoteca con oltre 2000 etichette di vino e una bella selezione di grappe, rhum e whiskey. Castiglioni è presente anche su internet dove vende on line alcune delle sue specialità.

Iacchetti Esterino S.n.c. di Iacchetti Paolo e Maria Luisa

Nel 1900 Iacchetti Lodovico registra alla camera di commercio di Cremona l’attività svolta fino ad allora dal padre Timoteo; nel 1942 gli subentra il figlio Giuseppe coadiuvato dalla moglie Galli Rosa.

Nel 1961 è la volta di Esterino con la moglie Terzani Giuseppina prendere le redini dell’azienda di famiglia, che nel frattempo passa da ditta individuale a Snc e in cui entrano anche Iacchetti Maria Luisa e Paolo.

Nonostante gli avvicendamenti, l’attività non ha mai cambiato ubicazione, ha solo variato il civico dal 59 al 52, mentre dagli iniziali 20 mq. si è passati agli attuali 49 mq.

Il fiore all’occhiello oltre alla vendita di frutta e verdura è la produzione, fin dal 1953, del prodotto tradizionale della provincia di Cremona, il castagnaccio, “Patüna”.

Il negozio è conosciuto a Castelleone come “el bèlo”, nomignolo che lo accompagna da tempi lontani a “causa” di antenati che nello svolgimento dell’attività richiamavano i clienti al grido: «vegnii dal Bèlo».