TABACCHERIA GHISLA RITA

La famiglia Ghisla apre nel 1957 un bar trattoria con possibilità di soggiorno per villeggianti e con annessa tabaccheria gestito da Maddalena Gallia e le sue cinque figlie.
Oltre ai generi di monopolio, commercializza anche articoli complementari fin dagli anni Sessanta quando, si legge in una vecchia licenza intestata ad una delle sorelle, venivano venduti articoli che oggi verrebbero definiti “antichi” quali carta da lettere, cartoline illustrate, pennini, inchiostro, lamette per raso, lucido e lacci per le scarpe.
Attualmente Rita Ghisla è la titolare della tabaccheria, proseguendo l’attività intestata alla madre dal 1990, dopo averla aiutata dal 1962.
Dal 1980 detiene anche la licenza del commercio al dettaglio di articoli per fumatori, cartoleria, dolciumi, bigiotteria, licenza precedentemente intestata alla sorella Maria dal 1960 e poi alla madre Maddalena.

Pagani Maurizio

Il bar inizia la propria attività nel 1922. Angelo Pagani, il “nonno” detto “UL Ginun” apre e gestisce il Bar con vendita Tabacchi e pompa di benzina Caltex. Il figlio Ezio e la moglie Piera Rainoldi, dagli anni 50/60 proseguono la gestione del Bar Tabacchi con dedizione e sacrificio, creando un punto di incontro e di svago nel piccolo centro abitato. Oggi i loro figli continuano con passione ed impegno la gestione del Bar Ul Ginun, ispirati a valori quali qualità dei prodotti e cortesia con i clienti. Un ambiente accogliente ed ordinato offre una selezione di prodotti eccellenti: caffè Illy, cioccolato Caffarel, Birra Artigianale del Birrificio Italiano, e altri prodotti a rotazione. All’interno anche una cantina storica con proposte di Vini e liquori.

Bondioli Federico

La prima autorizzazione alla rivendita di Sali e tabacchi risale al 01/01/1927 rilasciata al Sig.

Silva Luca.

Dopo alcune successioni il 01/07/2002 il Sig. Bondioli Federico sempre come impresa

individuale subentra alla precedente conduzione, esercitando attività di bar, rivendita generi

monopolio, ricevitoria lotto e superenalotto e tutti i servizi annessi.

Si sono moltiplicati i servizi a favore dei cittadini, pagamento bollette, voucher inps, ricariche,

ecc., commercio minuto articoli per fumatori.

Il Bar Castello è situato nella piazza del castello Visconteo, importante meta turistica ed è rimasta

invariata negli anni; le piccole modifiche strutturali interne sono state apportate solamente per

poter gestire nel miglior modo il flusso dei clienti e soddisfare le loro esigenze.

Bar Tabacchi Frontini

Cenni storici. Il primo documento rinvenuto è una dichiarazione di inizio attività che attesta l’apertura del locale nel dicembre 1884. Il fondatore, Carlo Frontini, nasce a Vittuone nel 1843. Giovanissimo, lavora presso la Ditta F.lli Branca Distillerie di Milano in qualità di sommelier, attività che gli permette verso quarant’anni di avere le risorse necessarie per

aprire un’osteria nel suo Paese, l’ “Osteria dell’Uva”. Nel cortile del locale

era presente un torchio per la spremitura dell’uva: il vino prodotto era fatto

invecchiare nella attuale cantina del bar e venduto in bicchieri, quarti –mezzi

litri o litri.

L’attività di Rivendita di generi di Monopolio è di pochi mesi successiva, nel

1885. Carlo si recava personalmente con il tradizionale carretto trainato dal

cavallo al magazzino di Abbiategrasso a prelevare tabacco, sale e fiammiferi.

Alla sua morte, nel 1927, la titolarità dell’esercizio passa a suo figlio

Ambrogio, che introduce l’attività di trattoria – gestita dalla moglie Giulia

Garavaglia – per soddisfare le richieste dei lavoratori delle nascenti attività

produttive vittuonesi e dei numerosi viandanti che transitavano nel territorio.

Suo figlio Alberto gli subentra nei primi anni 40, affiancato dalla moglie

Antonietta Terreni. Nel corso della sua gestione il locale diventa, per lungo

tempo, insostituibile ritrovo serale grazie alla presenza di uno dei primi

televisori della zona. I tavolini venivano spostati e le sedie sistemate in file

ordinate come in una sala cinematografica.

Nel 1946 Alberto Frontini intesta la licenza dei Generi di Monopolio alla

moglie Antonietta che, nel 1976, riceve dalla Federazione Italiana Tabaccai il

loro massimo riconoscimento: la “T” d’oro, per i 30 anni di attività da titolare.

Dal 1982 la titolarità passa alla figlia minore di Alberto e Antonietta

Frontini, Donata. Affiancata dalla figlia Raffaella – siamo dunque alla

quinta generazione – gestisce con passione e cura l’attività di famiglia.

Abbandonata la licenza di trattoria, ha trasformato la consuetudine della

tradizionale “osteria” in senso stretto, in una gestione più al passo coi tempi,

ma che mantiene vive le tradizioni.

Caratteri storici presenti

IL Bar Tabacchi Frontini si colloca nel pieno centro storico di

Vittuone e l’edificio da almeno cento anni ha mantenuto invariate le

proprie caratteristiche principali.

Nel primo dopoguerra (1953) è stato rinnovato l’arredamento –

banco e retro banco, scaffale tabacchi, tavoli, sedie, stufa a legna

in ghisa, accessori. Ad eccezione delle sedie e della stufa, sostituite

di recente, tutto è rimasto come nel 1953. Sono inoltre presenti

complementi d’arredo del tardo ‘800 e dei primi anni del ‘900.

La cantina, posta due metri e mezzo sotto terra, ha mantenuto il

pavimento di cemento e il soffitto con le curvature per ospitarvi le

botti di vino.

Peculiarità

Il Bar Tabacchi Frontini è dunque dal 1884 un’attività a conduzione

famigliare: la titolare, Donata Frontini, e la figlia maggiore, Raffaella

Colombo, portano avanti la centenaria tradizione.

Il locale ha mantenuto nel tempo le caratteristiche che gli vengono

storicamente attribuite: luogo di incontro della clientela abituale,

funzione di servizio nei confronti degli abitanti del Paese e dei

lavoratori di uffici e fabbriche della zona, approdo insolito – perché

con autentiche caratteristiche vintage – degli avventori di passaggio,

che rimangono colpiti dall’atmosfera particolare che vi aleggia.

E’ da sempre punto di riferimento della vita cittadina, anche grazie

alla continuità gestionale e all’attenzione alla clientela che da

sempre caratterizza il lavoro della famiglia Frontini. Attorno ai suoi

tavoli, e con fattive collaborazioni, sono nati importanti avvenimenti

culturali di Vittuone: mostre fotografiche e allestimenti d’epoca,

pubblicazioni storiche.

Nel corso della propria gestione Donata ha inoltre creato le

condizioni affinché il locale, accanto alla tradizionale partita a

“scopa” degli uomini nel pomeriggio – come in ogni osteria che

si rispetti – fosse anche assiduo ritrovo di signore nel corso

della giornata, privilegiando il reparto caffetteria con un’accurata

selezione di prodotti di alta qualità.

Completano l’attività l’angolo gelateria nei mesi estivi e una ricca

scelta di bigiotteria, specialità dolciarie, confezioni esclusive e

articoli regalo nelle varie ricorrenze.

“Mantenere, migliorare e creare sempre qualcosa di nuovo per

conservare le tradizioni.”

Si ringraziano Davide Molgora per le foto, Teresio Fraviga per le ricerche d’archivio e Daniela Fagnani per la collaborazione