TABACCHERIA GHISLA RITA

La famiglia Ghisla apre nel 1957 un bar trattoria con possibilità di soggiorno per villeggianti e con annessa tabaccheria gestito da Maddalena Gallia e le sue cinque figlie.
Oltre ai generi di monopolio, commercializza anche articoli complementari fin dagli anni Sessanta quando, si legge in una vecchia licenza intestata ad una delle sorelle, venivano venduti articoli che oggi verrebbero definiti “antichi” quali carta da lettere, cartoline illustrate, pennini, inchiostro, lamette per raso, lucido e lacci per le scarpe.
Attualmente Rita Ghisla è la titolare della tabaccheria, proseguendo l’attività intestata alla madre dal 1990, dopo averla aiutata dal 1962.
Dal 1980 detiene anche la licenza del commercio al dettaglio di articoli per fumatori, cartoleria, dolciumi, bigiotteria, licenza precedentemente intestata alla sorella Maria dal 1960 e poi alla madre Maddalena.

Tabaccheria

L’attività parte con la commercializzazione di articoli di cartoleria, cancelleria, gelati e generi di monopolio da parte di Carolina Porro alla quale subentra nel 1973 la nuora con la ditta Bonacina Maria Luisa che dopo alcuni anni sposta la sede dell’attività in Piazza Crippa 3, dov’è tutt’ora.
Nel 2013 giunto il momento di andare in pensione, la signora Bonacina propone alla sua commessa  Stella Savarin di rilevare la tabaccheria, così il negozio e tutte le licenze di monopolio passano a lei.
Solo la commercializzazione dei prodotti è cambiata diversificandosi: i gelati sono stati sostituiti con snack e caramelle confezionate, si è inoltre dato spazio alla cartoleria, alla profumeria, agli articoli da regalo così come ai giocattoli e all’oggettistica per ogni occasione. È stata anche introdotta la vendita di libri scolastici e i servizi erogati tramite terminale. Col tempo potrebbe ampliarsi il discorso editoria.