Tosi

Giannino Tosi, direttore commerciale di un’azienda tessile di Arconate, in seguito alla crisi economica del 1929, decide di dedicarsi al commercio al dettaglio e all’ingrosso di tessuti per abbigliamento. Dalla metà degli anni Trenta e per tutti gli anni Quaranta, Giannino Tosi è socio di alcuni negozi di tessuto, fino a quando apre un negozio in proprio con la moglie Maria Farioli: è il 1950.
Il negozio viene trasferito presso la sede attuale nel luglio 1959 in alcuni locali in affitto. La data è significativa nella storia dell’impresa perché con il trasferimento l’attività si aggiungono nuove cose da vendere: dalla biancheria da casa, a tappeti e tendaggi.
Nello stesso anno, inoltre, il figlio, Danilo, si sposa con Maria Landini e si dedica all’attività di famiglia, insieme alla moglie.
L’impresa si sviluppa, e negli anni Sessanta e Settanta, opera sia nel commercio al dettaglio sia in quello all’ingrosso. Giannino, infatti, per poter spuntare i prezzi migliori, acquista direttamente presso aziende tessili biellesi volumi importanti di tessuto, comprando pezze e rivendendo in tagli piccoli soprattutto ad ambulanti, comportandosi da grossista.
Nel 1972 entra nella società il figlio Danilo, che nel 1976 diventa il responsabile della società. Con gli anni Ottanta questa impresa si dedica quasi completamente al commercio al dettaglio, e passa interamente al figlio e alla moglie cambiando proprietà e nome.
Anche Andrea, figlio di Danilo, impara a conoscere i fornitori, matura col tempo una certa esperienza, studia perito tessile e dal 1989 partecipa ufficialmente alla società.
Negli anni Novanta, a fronte di un continuo calo della vendita dei tessuti, il negozio punta sul settore dell’arredo e della biancheria da casa sfruttando le vetrine dei locali del magazzino, anche se la vendita dei tessuti è influenzata sempre più dalle mode stagionali a cui si cerca di adeguarsi.
Andrea oggi si occupa dell’amministrazione dell’impresa e, insieme alla madre, degli acquisti. Hanno costruito con i clienti un rapporto fondato sulla continuità, e per alcune famiglie del luogo acquistare il corredo in questo negozio è diventata una tradizione.

Comm. Mimmo Lo Coco Tappeti S.r.l.

Presente a Brescia dal 1954 è specializzata nel commercio di tappeti e propone una gamma merceologica tra le più assortite del panorama internazionale. L’Architetto Jim Lo Coco, prosegue il percorso imprenditoriale dell’azienda; iscritto al Tribunale di Brescia, nell’Albo dei Periti Estimatori è docente di storia e tecnica del tappeto presso la Scuola Regionale per il Restauro di Brescia.

La sede di Palazzo Caprioli (XV° sec.) è situata nel centro storico di Brescia e presenta sulla facciata resti di affreschi di Pietro Marone. Mille metri di esposizione impreziositi da volte in mattoni ed affreschi sono la cornice più adatta per visionare splendidi tappeti importati direttamente dal Medio Oriente grazie al Centro Raccolta di Tehran inaugurato del 1995. Durante l’anno, in collaborazione con i maggiori club nazionali, all’interno della sede vengono organizzati corsi e serate a tema.

Tradizione ed avanguardia per un servizio post vendita di alto livello. All’interno della sede, nell’apposito laboratorio, viene effettuata la manutenzione dei tappeti, con: pulitura – lavaggio – riparazione e restauro – custodia.

Norsa Maurizio di Norsa Maurizio

La Casa del Bianco Norsa è un negozio storico del centro di Mantova. Da oltre 180 anni proponiamo alla nostra clientela i migliori prodotti di biancheria per la casa e tessuti per la camiceria. Il nostro negozio è stato premiato come esercizio storico lombardo, si tratta infatti di uno tra i 10 negozi più antichi della regione. Da sempre siamo situati all’interno di un palazzo gotico-veneziano del 1455, nel centro storico di Mantova. La Casa del Bianco Norsa da quasi due secoli è il punto di riferimento per la clientela mantovana che richiede il meglio di biancheria per la casa. Un vasto assortimento di articoli che permettono di soddisfare qualsiasi esigenza.

Enrico Broggi S.a.s.

Negozio specializzato nella vendita di abiti da lavoro, in particolare per i settori della ristorazione, della sanità e del personale domestico.

Offre una vasta gamma di articoli per i cuochi (giacche, pantaloni, cappelli, bandane, grembiuli, calzature, ecc.), per personale medico e paramedico ed è un punto di riferimento per l’abbigliamento dei collaboratori domestici.

L’attività commerciale fu iniziata nel 1947 da Enrico Broggi. Si trattava di una ditta individuale e, in attesa che venisse ricostruito il Palazzo dei Portici Meridionali andato distrutto sotto i bombardamenti della seconda guerra mondiale, il Comune di Milano costruì delle strutture provvisorie nella contigua via Marconi dove poter svolgere temporaneamente la vendita al dettaglio. Nel 1952, terminata la ricostruzione del Palazzo dei Portici Meridionali, il negozio venne aperto nella sua sede definitiva di via Dogana 2, quella che ancora oggi vediamo.

La struttura e gli arredi interni furono progettati dall’architetto Angelo Biscaro e sono rimasti immutati fino al 1992, quando lo stesso architetto è intervenuto per un parziale e necessario ammodernamento, ma attentamente salvaguardando l’atmosfera originale.

Nel 1955 venne assunto un commesso, Carlo Brioschi, che collaborò fino al 1992. Nel 1986 entra a far parte dell’azienda il figlio di Enrico Broggi, Cesare Paolo, l’attuale titolare, che prosegue con immutato impegno e competenza l’opera del padre.

Attualmente in negozio potete trovare il titolare Cesare Paolo Broggi e la commessa Yuriko Taira e si può parlare italiano, inglese e giapponese.