I Gregori S.A.S. di Gregori Andrea e C.

La famiglia Gregori opera nel mondo della gioielleria da oltre un secolo ed è, ad oggi, giunta con
successo alla sua quarta generazione. La loro storia ha inizio nella seconda metà dell'Ottocento
per opera dei fratelli Giuseppe e Giovanni, che si dedicano all’attività in forma ambulante. Nel
corso del Novecento i figli di Giuseppe, Andrea e Luigi, continuano l'attività intrapresa dal padre e
dallo zio incrementandone l’apprezzamento e la notorietà. E’ negli anni Cinquanta che si registra il
periodo di maggior successo, quando Luigi Gregori, figlio di Andrea, insieme alla moglie Marie
Esterine imprime un forte impulso allo sviluppo dell'azienda, attribuendo al marchio di famiglia
un'identità stilistica riconoscibile e attrattiva ancora oggi.
Nel 1970 Luigi subentra nell'attuale negozio di gioielleria in Piazza Dergano 5, un punto vendita di
preziosi già esistente dal lontano 1926.
Dal 1998 l'attività di famiglia è guidata dalla quarta generazione dei Gregori: gli attuali titolari,
Andrea e Piero, figli di Luigi, oltre alla sede storica di Piazza Dergano, gestiscono dal 1990 anche un
altro punto vendita in Via Marghera 22.

Invernizzi Oreste S.A.S. di Invernizzi Vittorio e C.

Angelo Invernizzi, nonno dell’attuale titolare, fonda l’azienda di vendita e posa in opera di
materiale idraulico ed elettrico nel 1923, in Viale Tibaldi 60, a Milano.
Successivamente si trasferisce in Corso di Porta Vittoria 56 per circa 5 lustri fino all’apertura, negli
anni Sessanta, dell'attuale sede di viale Monte Nero 73. Pochi anni dopo, ad Angelo subentra il
figlio Oreste con la moglie Mariarosa: l'attività commerciale si modifica in funzione degli sviluppi
tecnologici e delle mutate esigenze del mercato, privilegiando la vendita al dettaglio di materiale
elettrico, forniture di impianti elettrici e di elettrodomestici.
A partire dagli anni Ottanta entra nell’attività di famiglia l'attuale titolare, Vittorio Invernizzi, figlio
di Oreste, che si specializza anche in assistenza hardware e software, duplicazione chiavi e
illuminotecnica.
Gli insegnamenti sono stati preziosi ed oggi è lui che continua a soddisfare i clienti con
professionalità e prodotti sempre all’avanguardia nel settore dell’illuminazione e dell’assistenza
tecnica.

Frosi Daniele

L'attività di orologeria della famiglia Frosi ha inizio nel novembre 1954 con Giovanni che, in società
con il cognato, apre il negozio "Frosi & Piuri" dove, oltre al commercio al minuto di orologi, si
effettua anche un accurato servizio di riparazioni. L'attività prosegue in società fino al 1966
quando rimane unico titolare Giovanni Frosi.
Dal 1985 subentra ufficialmente alla guida dell’azienda Daniele, figlio di Giovanni, con il quale gli
spazi subiscono un drastico ammodernamento grazie alla ristrutturazione e sostituzione degli
arredi.
Daniele Frosi, che ha sempre approfondito le proprie competenze di orologiaio frequentando corsi
di aggiornamento anche in Svizzera, continua a garantire alla clientela un ottimo servizio di
consulenza e riparazione anche sugli oggetti tecnologicamente più avanzati, restando tuttora un
saldo punto di riferimento per l’orologeria e la vendita di preziosi della zona.

Eredi Bottini Andrea di Roberto Bianchi S.N.C.

Nel 1936 Andrea Bottini e la moglie Rosa aprono la macelleria in Via Briosi 10 che diventa in
brevissimo tempo un punto di riferimento per la zona e sinonimo di carne di qualità.
Negli anni del dopoguerra la bottega si afferma come una delle prime a Milano. Ben presto anche i
figli di Andrea, Guglielmo, Roberto e Maria, entrano nell’attività, imparando i segreti del mestiere
ed apportando il proprio innovativo contributo.
Nel 1967 l’attività, sempre nella stessa sede, piccola ma fornitissima, prende il nome di
“Macelleria eredi Bottini Andrea” con la quale ancora oggi è ben conosciuta nel circondario.
All’inizio degli anni Settanta, l’autentica passione per il lavoro di trattamento delle carni e di
preparazioni pronte per la cottura, porta i due fratelli addirittura ad insegnare all’Università del
Commercio e, anni dopo, a ottenere il riconoscimento del “Vassoio d’Oro” oltre a numerose
segnalazioni su riviste e monografie enogastronomiche.
Oggi la tradizionale qualità e professionalità di questa antica macelleria viene continuata da
Roberto Bianchi, già collaboratore di Roberto e Maria Bottini, che propone carni sceltissime e
anche lavorate in sfiziose preparazioni, pronte per la cottura.

Nuovo Mobilificio Albertinelli di Colombo Gianclaudio Gaetano & C. S.A.S.

Il Nuovo Mobilificio Albertinelli, da sempre ubicato nella via omonima del capoluogo lombardo, ha
origini nel 1961 con la famiglia Colombo, già nota da anni nella vicina Brianza, nel settore della
falegnameria per l’arredamento d’interni.
Gli attuali titolari, ai quali fa capo Gianclaudio Colombo, proseguono l’attività nel solco della
tradizione e dell’esperienza famigliare, proponendo mobili in stile moderno e il servizio
personalizzato di progettazione d’interni, con sopralluoghi e preventivi gratuiti, assicurando, fra
l’altro, l’accuratezza delle consegne che vengono effettuate nell’hinterland e in città, direttamente
dai titolari.
Dopo più di mezzo secolo di storia, la Ditta Albertinelli, è certamente un indirizzo sicuro, che
garantisce professionalità, qualità e attenzione a tutte le esigenze della propria clientela.

Carminati Angelo

Il panificio noto oggi con l’insegna “Pane e Dolci”, in via Digione 9, all’angolo con Via Washington,
lega il suo nome alla famiglia Carminati a partire dal 1962, quando la società di fatto “Fratelli
Carminati” subentra nel locale di Giuseppe Tenconi.
Ben presto l’attività si trasforma in ditta individuale con la denominazione di "Panificio di
Carminati Pietro" fino al 1966, anno in cui passa ad Angelo, l’attuale titolare. L'impegno e la
passione in questo faticoso mestiere sono stati ampiamente ripagati nel tempo con ambiti
riconoscimenti quali "La michetta d'argento" e "La medaglia d'oro", esposti con orgoglio nel
negozio, ma il vero vanto della famiglia sono i complimenti dei numerosi clienti, i quali apprezzano
il pane, le pizze, le focacce e i dolci sformati ad ogni ora della giorno.
Qualità e innovazione, uniti alla cura del servizio, sono i tratti distintivi di questa storica panetteria.

Ristorante Chatulle

Il primo cliente di questo ristorante viene servito nel 1930 dalla signora Angela Gorla, subentrata ad una precedente attività di trattoria, che con la sua bravura di cuoca e la bontà dei piatti riesce a lavorare anche durante la guerra, fino al 1948.
Tocca quindi al figlio di Angela, Mario Varieschi, ereditarne la cucina, conservando l’impronta di una ristorazione di qualità e attenta alle ricette della tradizione fino al 1965.
E’ in quegli anni che Fausto Coppi frequenta spesso il locale, mangiando e giocando a carte proprio qui, in Via Piero della Francesca, dove il ristorante si trova ancora oggi.
Dal 1965 al 2002 la gestione prosegue ininterrottamente con Gasparo Pieretti e, subito dopo, fino ad oggi, il ristorante Chatulle fa capo alla società P.D.F. che si contraddistingue non solo per gli squisiti menù legati alla tradizione italiana o l’ampia scelta di vini pregiati, ma anche per l’offerta di intrattenimento musicale dal vivo e la possibilità di cenare al fresco nel piacevole giardino durante la stagione estiva.

Ronchetti Vittorio

E’ Ettore Ronchetti, nonno degli attuali titolari, che alla fine degli anni Venti, dopo aver
frequentato la scuola dei Maestri Pasticceri a Milano, dà l’avvio alla storica attività che ancora oggi
contraddistingue un’apprezzata azienda, specializzata in dolciumi ed altre prelibatezze.
Finalmente aperta negli anni Cinquanta la sua pasticceria, dopo un periodo di apprendistato nel
negozio di famiglia insieme ai fratelli, Ettore ben presto inizia a produrre anche torrone, croccante
e pralinate. I figli, e in particolare Vittorio, cominciano prestissimo ad aiutarlo: con il loro arrivo,
l’attività prende ulteriore vigore diventando una realtà molto conosciuta in città.
Nel frattempo Milano cambia e così anche il mercato. Con la seconda generazione si cercano i
migliori prodotti da proporre alla clientela e si riduce gradualmente la produzione in proprio. È il
decennio delle fiere campionarie, che portano i Ronchetti in giro per l’Italia e anche all’estero.

Nel 1991 è la decisione che dà volto all’azienda di oggi: viene aperto il primo negozio in viale Coni
Zugna, dove si può trovare il meglio della produzione dolciaria italiana e internazionale, senza
dimenticare le nuove istanze del biologico e della sostenibilità. Da lì a poco, il successo è replicato
con le aperture in viale Tibaldi e in via Carlo Farini.
La sede più caratteristica del “caramellaio” Ronchetti, con la sua tipica insegna marrone e rosa e la
merce coloratissima negli scaffali, è attualmente quella di Viale Tibaldi, dove ogni richiesta di dolci,
prodotti da forno, cioccolato, caffè, tè, infusi, conserve e vini di qualità viene soddisfatta dalla
consueta efficienza e cortesia dei titolari.

Vailati Francesco di Vailati Gian Luca e C. Snc

La nascita dell’odierno minimercato Vailati risale al 1951, grazie a Clementina Tacchini, che avvia
un’attività di vendita di alimentari nella frazione di Bolzone, a Ripalta Cremasca, affiancandovi ben
presto anche la panificazione fino al 1973.
E’ quindi nel 1973 che il negozio passa di mano a Francesco Vailati, padre degli attuali titolari, che
vi introduce la vendita di generi di monopolio, proseguita fino al 1998, cessando
momentaneamente quella di panificazione e vendita di alimentari.
Intanto, dal 1992, erano subentrati accanto a Francesco, i figli Gian Luca e Monica. Sono loro a
decidere di riprendere il commercio di pane e generi alimentari al quale si dedicano tuttora,
instancabilmente, sapendo bene di essere un importante punto di riferimento per la piccola
comunità in cui sono inseriti.

Valigeria Vetra S.A.S. di Marchino Roberto & C.

Roberto Marchino avvia nel 1962 l’azienda di vendita al dettaglio di valigeria e accessori in pelle in
Via Urbano III, all’angolo con Piazza Vetra, una zona che portava, ancora evidenti, i segni della
seconda guerra mondiale, ma che con l’apertura dell’Esattoria Civica avrebbe garantito un sicuro
passaggio e l’afflusso di clienti.
Durante gli anni Sessanta e Settanta, l’aumento delle disponibilità economiche della popolazione e
il conseguente incremento di consumi fecero affermare questa ditta nella pelletteria di moda e
nella minuteria in pelle per uomo e donna, ricercando sempre novità per l’assortimento, in linea
con il mutare delle tendenze, delle necessità e dei gusti della clientela.
Oggi la valigeria Marchino, ancora guidata dal fondatore Roberto, affiancato dal figlio Stefano,
continua la sua tradizionale vendita di articoli in pelle, proponendo prodotti di alta qualità e dei

marchi più prestigiosi, con la consueta attenzione alle tendenze della moda e alle esigenze della
clientela.