Categoria: Libri e Giornali

Edicola Labò

ragione sociale

Edicola Labò

indirizzo

P.ZZA DUOMO - PORT.MERIDIONALI SNC
20123, Milano (Mi)

in attività dal

1951

descrizione

L’edicola Labò ha coinvolto fino ad oggi tre generazioni della stessa famiglia e spera di continuare così nel futuro. È una testimone della storia di Milano e soprattutto di piazza del Duomo dove, nel 1951, Fernando Labò, invalido di guerra, ottiene dal Comune la licenza per la vendita di giornali, aiutato dalla moglie, Maddalena Passalacqua.
Fernando voleva aprire un’attività in proprio che assecondasse la sua passione per l’informazione, omaggio alla riconquistata libertà di opinione, di espressione e di stampa, e insieme, che riscattasse la famiglia dai grandi dolori, dai sacrifici e dalle privazioni della guerra che lo avevano segnato sia nel corpo che nel morale, senza però piegarlo.
L’esercizio, all’inizio, era costituito da un tavolo da campeggio e una valigia: la sera le riviste tornavano nella valigia che veniva riposta nel vicino Bar Commercio.
Poi divenne una piccola edicola, ampliata sino a metà dei portici meridionali di piazza del Duomo, e, successivamente, una terza edicola che ha raggiunto i portici.
Giampiero Luigi Labò, figlio di Fernando, gestisce l’edicola dal 1987 al 2009 quando, a causa degli impegni dovuti alla carica di Presidente dello SNAG (Sindacato Nazionale Giornalai) – Confcommercio di Milano, affitta l’attività fino al 2013, anno in cui ha ripreso a gestirla con l’aiuto della moglie, Maria Carmela Foddai e dei figli Stefano e Lorenzo, futuri gestori dell’edicola come da tradizione della famiglia Labò.
L’edicola adesso è posizionata fuori dai portici, come deciso nell’ambito del progetto di arredo urbano di piazza Duomo voluto dal Sindaco Moratti.
L’edicola ha tutte le pubblicazioni italiane ed estere oltre a vendere i biglietti ATM, o le guide turistiche, mappe e i biglietti Bus City Tour.